Matematica e difficoltà: insegniamo ai bambini a ragionare

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [XBBR2CG9] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [K5UTAMA7] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [R6BYCYT2] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Matematica e difficoltà: insegniamo ai bambini a ragionare

Comprendere il testo per risolvere problemi: cosa ci suggeriscono gli studi di didattica della matematica. Qualche riflessione di Pietro Di Martino (Università di Pisa). 

bambino primaria valutazione

Perché i bambini a volte “indovinano” le operazioni da fare invece di leggere e comprendere un problema di matematica? E quali sono le differenze tra problemi ed esercizi? Quali le difficoltà più frequenti in matematica alla primaria? Pietro Di Martino è Professore Associato all’Università degli Studi di Pisa e Membro della Commissione Italiana per l'Insegnamento della Matematica (CIIM). Abbiamo raccolto alcuni suoi brevi interventi e suggerimenti per l’insegnamento della matematica alla primaria, a partire dalle difficoltà più comuni. 

La comprensione del testo

Una delle difficoltà maggiori in matematica alla primaria proviene dalla comprensione del testo dei problemi. A volte i bambini per rispondere bene adottano strategie risolutive come individuare parole chiave o “indovinare” quale operazione devo fare…

Problemi o esercizi?

La differenza tra problemi ed esercizi in matematica. È la differenza tra pensiero riproduttivo e produttivo. E in molti casi a scuola non si fanno veri problemi. Invece è importante “mettere in difficoltà” gli alunni in un contesto protetto…

 

Ascolto e fiducia, come si pongono adulti e bambini

Aspetti importanti della difficoltà in matematica: il bambino si fida dell’adulto e si chiede “Cosa vuol sapere da me?”. Il bambino se si sente valutato è meno naturale nell’esposizione. Altro nodo cruciale che influisce nell’esposizione è l’attenzione dell’adulto …

Interviste realizzate durante "Crescere": educare, modelli e pratiche a confronto"

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola