Dal nido alla scuola dell'infanzia: il libro e il suo ruolo chiave nella "continuità"

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [D9F3R21M] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [2WY5F3JN] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [Q96ANZGZ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Dal nido alla scuola dell'infanzia: il libro e il suo ruolo chiave nella "continuità"

Un testo o una storia possono essere un ottimo elemento per facilitare il passaggio dallo 0-3 al 3-6. Intervista a Valeria Anfossi, pedagogista e formatrice di Nati per Leggere di Torino. Di Daniele Dei

Passaggio nidi scuola infanzia anfossi libri

Parlando di continuità tra il nido e la scuola dell’infanzia, i libri che stanno a cuore ai più piccoli diventano fondamentali per facilitare questa importante fase della loro vita, aiutandoli nel passaggio. Su questo tema abbiamo chiesto il parere della pedagogista Valeria Anfossi, formatrice e referente locale per la Città di Torino del progetto Nati per Leggere.

“Il passaggio dal nido alla scuola dell'infanzia in realtà è molto delicato – spiega l’esperta – gli educatori ne sono consci, per cui lo preparano molto bene anche coinvolgendo i genitori e le insegnanti della scuola dell'infanzia. Spesso i libri diventano proprio gli strumenti che dal nido arrivano alla scuola dell'infanzia. È molto importante, per il bimbo che frequenta il nido, di ritrovare lo stesso libro nella scuola dell'infanzia”.

“Il libro – conclude Anfossi – rappresenta un elemento fondamentale della vita condivisa tra i bimbi del nido e viene ritrovato nella scuola, in quello che è un momento nuovo, capace a volte di spaventare i bimbi e persino le loro famiglie. Abbiamo visto che i testi aiutano moltissimo: i bambini scelgono un loro libro o una loro storia a cui sono affezionati in modo particolare, e il fatto di poterli ritrovare nella scuola dell'infanzia effettivamente dà loro molta sicurezza”.

 

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Daniele Dei: 13 Maggio 2019 Articoli

Condividi

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola