Valutazione, voti e DSA: la parola a Cesare Cornoldi

Che cosa significa valutare nella scuola primaria? Quali attenzioni richiedono i bambini con DSA? La recente proposta di cambiare la valutazione tramite voti con quella tramite lettere ha un reale valore culturale e didattico? Lo abbiamo chiesto a Cesare Cornoldi, professore di Psicologia generale all’università di Padova. Ecco le sue risposte.

di Redazione GiuntiScuola · 02 agosto 2016
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
3 min read

Che cosa significa valutare nella scuola primaria?

Valutare è un termine ricco di sfaccettature e alcune di esse richiamano inevitabilmente l’idea che si sta fornendo un giudizio sul “valore” dello studente, messo a confronto con i suoi compagni. Questa idea è pericolosa e può mettere in difficoltà studenti fragili e deboli. Difficile che invece lo stesso vissuto sia sperimentato quando viene semplicemente comunicato se la risposta fornita era del tutto o almeno in parte corretta. Questo

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!