"La lettura e la narrazione": "Siamo quello che leggiamo"

Aidan Chambers suggerisce idee, metodi e approcci per consentire un incontro positivo tra i ragazzi e i propri libri, nella consapevolezza che l'educazione alla lettura presuppone competenze e professionalità

di Redazione GiuntiScuola · 15 luglio 2019
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
2 min read
Prosegue il ciclo di suggerimenti bibliografici per la lettura dedicata a tutti coloro i quali seguono con attenzione le tematiche di “Sesamo”. Per il tema “La lettura e la narrazione”, Graziella Favaro consiglia "Siamo quello che leggiamo. Crescere tra lettura e letteratura" di Aidan Chambers (Equilibri Editrice, 2014).

 

Sintesi 

Le storie sono la forma attraverso la quale usiamo la lingua per creare e ricreare noi stessi - le nostre idee su chi siamo, da dove veniamo, che cosa possiamo diventare. La lingua è il dio che ci crea. Non sono le esperienze che viviamo a cambiarci e a formarci, come comunemente si crede, ma le storie che noi raccontiamo di quelle esperienze. Finché non abbiamo ridato forma alle nostre vite in un racconto strutturato in narrazione, non possiamo trovare e contemplare il significato delle esperienze che abbiamo vissuto. Sono le storie a cambiarci, non gli eventi che viviamo.

Partendo da queste riflessioni e dalla sua personale esperienza di lettore e di scrittore, Aidan Chambers si rivolge a insegnanti, bibliotecari e genitori, suggerendo idee, metodi e approcci per consentire un incontro positivo tra i ragazzi e i propri libri, nella consapevolezza che l'educazione alla lettura non si può improvvisare, che presuppone competenze e professionalità e una grande attenzione e sensibilità per le risposte dei bambini e dei ragazzi alle letture proposte.

 

I consigli de "La lettura e la narrazione"