Contenuto riservato agli abbonati io+

Il riordino dei giochi: alternative al "capotreno"

Nel gestire lo svolgimento di compiti utili per la classe è bene promuovere un clima di collaborazione e integrazione, evitando di stabilire gerarchie tra i bambini.

di Maurizia Butturini14 settembre 20112 minuti di lettura

A proposito della mia riflessione sul riordino dei giochi , ho avuto uno scambio di messaggi con Chica, un’insegnante che mi racconta di affidare il ruolo di “capotreno” a turno ai suoi bambini: ciascuno ha in questo modo, periodicamete, la responsabilità di controllare che tutti i giochi siano messi al loro posto.

Vedo due problemi: si dà pur sempre il compito a un singolo bambino, con scarsa possibilità di condivisione dell’


Scuola dell'infanzia