I compiti a casa: favorevoli e contrari

Croce o delizia? Sul problema dei compiti a casa si fronteggiano due partiti opposti: i favorevoli e i contrari. Non è del tutto necessario prendere una posizione. Piuttosto sarebbe utile far sì che i compiti diventino uno strumento di crescita per il bambino e di “cura del bambino” da parte dei genitori.

di Redazione GiuntiScuola · 24 agosto 2011
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

Il dibattito sui compiti a casa appare caratterizzato ancora oggi da due partiti contrapposti: i favorevoli e i contrari.

I contrari – storicamente esperti del settore – affermano che i compiti a casa apportano un vantaggio minimo all’apprendimento , non raggiungono quindi lo scopo per cui sono assegnati, e per di più sugli studenti hanno effetti negativi: preoccup

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!