Voto e motivazione scolastica

La storia di Livia offre lo spunto per riflettere su come promuovere un atteggiamento strategico verso lo studio, un atteggiamento che non si ferma nel qui e ora, ma si proietta nel futuro.   

di Adriana Molin · 02 aprile 2016
0

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read

Fonte immagine www.riza.it

Come mai questo 6?

Ritorno sulla storia di Livia, alunna modello con la paura dei brutti voti (che darebbero una delusione ai genitori), perché è un caso emblematico di come lo sviluppo di un atteggiamento strategico verso lo studio , aspetto fondamentale della motivazione ad apprendere, sia talvolta ostacolato da genitori che privilegiano il risultato, il voto, anziché il processo

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Fino al 4 dicembre a metà prezzo!