Voti e didattica. La parola a Benedetto Vertecchi

Numeri o lettere nella valutazione del primo ciclo? La questione, del tutto mal posta, dell’alternativa fra espressioni verbali e numeri (ma potremmo aggiungere qualunque altro tipo di simboli), è un segno evidente della mancanza di consapevolezza circa il ruolo che nell’educazione assume l’espressione dei giudizi. Il parere del pedagogista Benedetto Vertecchi

di Redazione GiuntiScuola · 03 agosto 2016
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read
3 Agosto 2016 Argomento: La Vita Scolastica , autore: Benedetto Vertecchi , Professore emerito di Pedagogia sperimentale, Università Roma Tre

Con tutta probabilità a partire dal prossimo anno scolastico gli alunni del primo ciclo saranno valutati tramite lettere e non più con il voto numerico. Che cosa pensa di questa proposta?

Mi sembra l’ennesima prova della leggerezza con la quale si affrontano i problemi della scuola. Sono passati quasi quarant’anni da quando una legge del

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!