Contenuto riservato agli abbonati io+

L'importanza del silenzio per il dialogo sonoro

Solo in assenza di inquinamento uditivo riusciamo a fare emergere ed assaporare, con i bambini, i singoli suoni. Di Cecilia Pizzorno

di Redazione GiuntiScuola10 marzo 20193 minuti di lettura
L'importanza del silenzio per il dialogo sonoro | Giunti Scuola

Chiara: Il silenzio è stare muti
Damiano: Stare fermi e zitti
Camilla: Il silenzio c’è dove si dorme
Giada: Non c’è musica e rumore
Massimiliano: Nessuno canta, parla o balla
Marta: E’ stare zitti, zitti, zitti
Marco: La neve bianca
Ginevra: I coriandoli che cadono
Emilio: Quando stavo in silenzio sentivo gli uccellini che cantavano

Il suono e la sua assenza sono gli elementi comuni, la materia prima comune a tutte le musiche.
Il binomio suono/silenzio ci accompagna quotidianam


Nido d'infanzia