Le raccolte dell'estate

Spunti per attività didattiche interculturali a partire da raccolte e collezioni di oggetti. Di Maria Frigo. 

di Redazione GiuntiScuola · 27 giugno 2017
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
3 min read

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

L'estate regala tempo per guardarsi attorno, osservare il mondo e fare nuove scoperte; anche gli spostamenti delle vacanze possono permetterci di tornare arricchiti di esperienze, informazioni e materiali utili. E perché non portare a scuola a settembre vari oggetti per avviare collezioni di classe? Materiali quindi raccolti da noi nel periodo estivo oppure suggeriti, come consegna estiva, alle famiglie e agli alunni.
Raccogliere e organizzare una collezione implica una serie di operazioni cognitive, sia per i bambini più piccoli, sia per i grandi. Difatti, come spiegano bene nel materiale allegato le insegnanti della scuola dell'infanzia Andersen di Spinea (VE) , per organizzare una collezione bisogna confrontare gli elementi e scegliere dei criteri di catalogazione come per esempio la forma o la dimensione degli stessi. Per applicare i criteri bisogna scoprire dei misuratori e stabilire delle convenzioni. I bambini si trovano cioè a dover fare ragionamenti complessi e prendere decisioni con materiali tangibili e motivanti. A partire dagli elementi di una collezione si possono proporre molteplici attività in campo scientifico, storico, geografico, linguistico e artistico, come mostrato nel loro lavoro.
E per un confronto interculturale, che cosa può essere interessante collezionare? Possiamo dare attenzione a ciò che parla di luoghi distanti dalla scuola e dall'Italia, ma vicini alla storia famigliare dei bambini figli della migrazione. I materiali raccolti saranno lo stimolo per cercare informazioni e scoprire somiglianze e differenze. Sarà nostra cura poi mettere in evidenza, visualizzandolo ad esempio su un planisfero, i diversi luoghi di provenienza degli oggetti e sollecitare la riflessione interculturale.

Tra le tante possibili, tre suggerimenti per le nostre collezioni estive:
Dalla natura . Elementi che incuriosiscano per forma, dimensione e colore come sassi, pietre, conchiglie, rametti, foglie, sabbia, cortecce d'albero, piume d'uccello.
Monete . In ogni moneta sono rappresentati elementi simbolici o personaggi importanti per la cultura del paese.
Biglietti . Aerei o ferroviari, scontrini di pedaggio, come anche biglietti dei mezzi di trasporto cittadino, i titoli di viaggio riportano molte informazioni interessanti quali: il mezzo usato, l'itinerario percorso, il costo, la validità, il nome della società...

Collezioni e musei

E per chi non si sposta? Attraverso internet possiamo scoprire numerose collezioni private, vicine e lontane, raccolte in musei o esibite in rete. Ecco alcuni indirizzi
Il centro di Cultura ludica di Torino propone moltissime iniziative, una ricca documentazione sul tema del gioco e anche la collezione delle collezioni .
A queste pagine possiamo trovare la guida ai musei più curiosi del Friuli della Lombardia
e delle Marche .
Infine, una galleria di immagini del museo giapponese dedicato ai sassi a forma di faccia .