SesamOnline didattica interculturale

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [H79RR7AN] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [9KAEWG8R] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [U5YVMZ3R] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

    “È la lingua che ci fa uguali”: per ripartire senza dimenticare gli alunni stranieri

    La Nota dell'Osservatorio sull'integrazione degli alunni stranieri e l'intercultura del Ministero dell'Istruzione (a cura di Graziella Favaro)

    30 Giugno 2020

    Cosa abbiamo imparato nei 100 giorni di scuola da casa?

    Una riflessione alla fine dell'anno scolastico, un anno particolare. Quali strategie abbiamo messo in atto? E di tutto ciò, cosa vogliamo tenere anche per il futuro?  

    Tre cose negative e tre positive della didattica a distanza

    L’anno scolastico è finito. Ecco i miei pensieri dopo questi indimenticabili mesi di scuola a distanza. Di Laura Sidoti

    Ci abbiamo provato: insegnanti nel naufragio del lockdown

    Ci siamo avventurati nella didattica a distanza con pochi mezzi e molta buona volontà. È servito? Non abbiamo risposte. Ma  abbiamo domande nuove per ripartire a settembre. Di Matteo Bensi*

    Matteo Bensi: 14 Giugno 2020

    Un filo di parole: pratiche didattiche bilingui anche con la Dad

    Come una scuola, impegnata da due anni in un progetto di valorizzazione del plurilinguismo, ha cercato di continuare il lavoro anche a distanza. E ha creato un archivio di storie a più voci… Di Elena Sabbi

    Elena Sabbi: 12 Giugno 2020

    Salutarsi al tempo della “scuola senza scuola”

    Un diario per ricordarci questi mesi, l'ultimo giorno a distanza: fine di un anno scolastico con i progetti per settembre. Di Angela Maltoni

    Vedere, fare, raccontare: 9 video per bambine e bambini

    Per accogliere, riparare, diffondere storie. Sono tutte storie senza parole, dove le immagini animate raccontano, emozionano e fanno pensare. Con schede per attività didattiche. Di Graziella Favaro e Maria Frigo

    08 Giugno 2020
    Bussole Graziella Favaro: 06 Giugno 2020

    Non è una ripartenza, è un nuovo viaggio

    Sperimentazione e creatività fanno parte ora del bagaglio da portare nel nuovo viaggio. Sarà un’altra scuola quella che troveremo: possiamo pensarla e desiderarla migliore - più inclusiva, generativa, interculturale, attenta a tutti e a ciascuno Di Graziella Favaro

    Un nido di merli e altri incontri: c’è vita sulla piattaforma

    Continuare ad aprire le porte dell’aula e a portare il mondo in classe: è questo il senso di un’esperienza di scuola a distanza aperta e resa viva dagli incontri. Di Anna Maria Latrofa

    Anna Maria Latrofa: 03 Giugno 2020

    "A che gioco giocavi"? Interviste in famiglia per sperimentare una didattica della vicinanza

    Per raccogliere storie, curare la socializzazione tra i bambini e coinvolgere attivamente le famiglie. Di Emanuela Izzo 

    Emanuela Izzo: 01 Giugno 2020

    Un rito “a distanza” per il passaggio alla primaria

    Una lettera, un attestato, un annuario digitale, una festa simbolica per i "remigini": per mantenere il legame tra storia individuale e collettiva. Di Antonella Sada

    Bussole Graziella Favaro: 28 Maggio 2020

    Per salutarsi a fine anno e ricordare. Parole e immagini che diventano rito

    Due cose da fare in questi giorni di chiusura di un anno scolastico aspro e indimenticabile: restituire ai bambini le parole e le immagini di questi giorni senza scuola e trovare il modo di salutarsi e di dirsi arrivederci...

    successiva