Il caso di Mario

Intervento su un ragazzo di 13 anni all’ultimo anno della scuola secondaria di I grado, Mario, con un disturbo specifico composito e misto dell’apprendimento.

di Redazione GiuntiScuola · 17 dicembre 2014
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read

Si presenta di seguito l’intervento su un ragazzo di 13 anni, che chiamerò Mario, che al momento dell’avvio del lavoro stava ultimando l’ultimo anno della scuola secondaria di I grado. Mario presenta da sempre un marcato problema di disfluenza verbale di tipo misto, ovvero tic, interiezioni e frequentissime frizioni retro-nasali che sono fortemente invalidanti nella vita quotidiana perché ne rallentano la fluenza dell’eloquio e incidono talvolta sull’autostima, quando i compagni rimarcano