Giocare con i silent book

Le parole dei bambini per narrare la storia di un libro “senza parole”.

di Antonio Di Pietro · 24 October 2019
0

REGISTRATI ACCEDI

0
3 min read
Mollette per i panni, un leggìo, una penna, fogli di carta e un libro.
Con i bambini nomino più volte queste diverse cose, facendo anche finta di sbagliare: «La vuoi una molletta?», offrendo una penna.
Continuo a scherzare sui miei “errori” cercando di aprire il leggìo (i clown con questo oggetto fanno gag esilaranti) e metterci sopra un foglio, due mollette...
Gioco con la ridondanza nel ripetere le stesse parole per offrire la possibilità di appropriarsi di vocaboli vecchi e nuovi, sos
Scuola primariagiocoImmaginazioneLettura di immaginidocente

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it