Elogio dello zerbino

I bambini stanno rientrando dal giardino. Oggi è bel tempo, ma c’è stato un periodo di pioggia e il terreno è ancora molle. Dove manca l’erba il suolo è fangoso e le scarpe dei bambini si sono sporcate. Alla porta non c’è uno zerbino, quindi dentro l’ingresso si è formata subito una scia di pedate. La bidella guarda il pavimento e sospira.

di Redazione GiuntiScuola · 18 November 2011
0

REGISTRATI ACCEDI

0
2 min read

“Ma perché non ci mettono uno zerbino?”, direbbe ogni casalinga di buon senso; è una domanda interessante. Evidentemente lo zerbino, e l’atto di usarlo, a scuola non sono ritenuti importanti.

Forse la spiegazione si trova in una concezione di “cultura” come una cosa mentale. Quello che fanno i piedi sembra irrilevante.
In generale, nella scuola, tutto quello che riguarda le cure dell’ambiente e la cura del corpo (mangiare, usare il bagno, riposare…) viene delegato trad

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it