A proposito di lunghe vacanze estive…

Riflettere sulle vacanze estive può essere uno stimolo per ripensarle in una prospettiva utile a superare l’eterno e irrisolto problema de “i compiti sì, i compiti no”. Considerando la “fatica di andare a scuola” di tanti bambini.

di Adriana Molin · 01 aprile 2015
0

REGISTRATI ACCEDI

0
2 min read

Ripenso alle parole molto contestate del ministro Poletti (tre mesi di vacanze sono troppi), quando vedo Andrea all’uscita della scuola che, correndo incontro alla mamma con un sorriso da un orecchio all’altro, esclama: “Oggi è il giorno più bello della mia vita!”. “Perché?”, chiede la mamma. “ Non ho compiti per domani! ”, risponde Andrea.
Il motivo di tanta felicità è non fare compiti per il giorno dopo, dunque.

Mi sembra inc

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Fino al 4 dicembre a metà prezzo!