Buon compleanno, Repubblica! Materiali per i bambini e le bambine

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [PVS9MQ7X] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [ZTR9N6UY] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [LECPG35G] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Buon compleanno, Repubblica! Materiali per i bambini e le bambine

È l’occasione per celebrare con “vecchi, nuovi e futuri” cittadini italiani il giorno in cui gli italiani – per la prima volta donne e uomini insieme – scelsero la Repubblica

2 giugno repubblica

Buon compleanno alla nostra Repubblica che il 2 giugno 2019 compie 73 anni! È l’occasione per celebrare con tutti i bambini e i ragazzi, “vecchi, nuovi e futuri” cittadini italiani, il giorno in cui gli italiani – per la prima volta donne e uomini insieme – scelsero la Repubblica.
E per raccontare e condividere la storia e le conquiste civili del nostro Paese.
Sesamo festeggia il 2 giugno con:
- una poesia di Gianni Rodari, un modo giocoso e importante per spiegare la differenza fra repubblica e dittatura;
- un video per piccoli e grandi sulla nostra Costituzione, che invita a un viaggio immaginario dentro la nostra legge più importante.

 

Il dittatore di Gianni Rodari

Un punto piccoletto,
superbo e iracondo,
“Dopo di me” gridava
“verrà la fine del mondo!”.

Le parole protestarono:
“Ma che grilli ha pel capo?
Si crede un Punto-e-basta,
e non è che un Punto-e-a-capo”

Tutto solo a mezza pagina
lo piantarono in asso
e il mondo continuò
una riga più in basso.

 

Italo. Robusta Costituzione e Sani principi

29 Maggio 2019 News

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola