La poesia è un pezzo di cielo. Idee e proposte per la giornata internazionale del 21 marzo

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [ER1JLAI1] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [H6JZ3YLI] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [H7UP7WLU] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

La poesia è un pezzo di cielo. Idee e proposte per la giornata internazionale del 21 marzo

Vogliamo celebrare in classe la giornata dedicata alla poesia? Ecco proposte didattiche, idee per diventare tutti poeti per un giorno, produzioni dei bambini. Inoltre, alcune iniziative per festeggiare i poeti – grandi e piccoli – e per salutare lo stesso giorno l’arrivo ufficiale della primavera. Di Graziella Favaro

fiori di pesco

La giornata internazionale dedicata alla poesia compie vent’anni. Istituita nel 1999 dall’Unesco, è celebrata nelle scuole e nelle città con letture, creazioni poetiche, doni di parole. Il 21 marzo a Londra, ad esempio, alcuni bar offrono ai clienti il caffè in cambio di una poesia; a Milano e in altre città si diffonde la tradizione delle poesie/dono di poeti improvvisati e generosi che lasciano le composizioni poetiche sui muri e sulle panchine. E nella città è attivo anche un distributore automatico di poesie, iniziativa importata da altri Paesi europei.

In Francia, il Ministero dell’Istruzione quest’anno celebra l’evento invitando le scuole a organizzare attività per la “primavera dei poeti” (dal 9 al 25 marzo) e dedica l’iniziativa al tema della “bellezza”. Primavera e poesia; poesia e risveglio; poesia e stupore/meraviglia: sono tante le suggestioni possibili per celebrare i poeti di ieri e di oggi e per disvelare il poeta nascosto che - adulti e bambini – custodiscono dentro di sé, anche senza saperlo.      

Che cos’è la poesia per i bambini?

Sollecitati da una “maestra speciale” - la poetessa Chandra Livia Candiani – i bambini paragonano la poesia a un pezzo di cielo, un sentimento che ricevi da qualcuno, un calorifero in inverno… Immagini straordinarie per raccontare l’incontro con le parole dei poeti e il loro cimento per diventare essi stessi poeti, per un giorno, per qualche ora: il tempo di un laboratorio memorabile.   

Ecco alcune poesie sulla poesia scritte dai bambini e raccolte da Chandra Livia Candiani nel testo straordinario “Ma dove sono le parole? Le poesie scritte dai bambini delle periferie multietniche di Milano nei seminari di una maestra speciale, Effigie 2015.

Che cos’è la poesia?

Un poeta la recita

un libro la contiene

il fuoco la brucia

la pagina la protegge

il sole la illumina

la matita la scrive

(Ilaria, 8 anni)

La poesia è un pezzo di cielo

che ti collega col mondo.

Cos’è la poesia? È un sentimento

che ricevi da qualcuno.

(Margaret, 10 anni)

La poesia è un calorifero in inverno

che emana sentimenti.

La primavera che aspetti

da un secolo in quel buio.

La tua pazzia

che ti scioglie lentamente

(Priscilla, 10 anni)

Seminare e coltivare poesie

Come possiamo celebrare in classe la giornata /la settimana della poesia? Lo possiamo fare in maniera ricettiva, invitando ad ascoltare e gustare poesia e in maniera attiva, sollecitando i bambini e i ragazzi a cimentarsi con l’arte delle parole a partire da esempi, modelli e temi. Possiamo quindi proporre di:

dare immagini alla poesia: un disegno o una fotografia che la rappresenta visivamente;

prestare orecchio alla poesia: lettura dell’insegnante del poema del giorno (si può scegliere tra i poeti che scrivono per bambini - Vecchini, Rodari, Piumini, Carminati, Tognolini, Quarenghi … - ma non solo);

- dare voce alla poesia: imparare a memoria un verso, una poesia e recitarli in classe;

- dare tante voci alla poesia: lettura in classe di versi o poesie in varie lingue;

- fare della poesia un regalo: preparare piccoli doni poetici per la scuola, per il quartiere…;  

- diventare poeti per un giorno almeno: cimentarsi nella produzione di versi dati un tema e dei modelli/sollecitatori.

Tre bellissime proposte dalle scuole

Molte scuole celebrano la giornata della poesia con attività che si svolgono dentro o fuori dalla scuola. Ne citiamo alcune.

  • Versi a spasso: i bambini regalano poesie

L’istituto comprensivo di Villanterio celebra il giorno poetico con l’iniziativa “ Versi a spasso”. I bambini recitano e regalano una poesia agli abitanti: lo fanno per strada, nei negozi, nelle piazze….

Guarda il progetto sul sito della scuola.

Guarda il video sul sito della scuola.

  • Inventare poesie

Nella giornata dedicata ai poeti, gli alunni dell’istituto comprensivo Boiardo di Ferrara, si cimentano nella produzione di poesie con il metodo Caviardage e regalano pensieri poetici. Ecco il diario dell’esperienza dello scorso anno: 

  • Mettiamo le ali alle nostre poesie

     

Nell’istituto comprensivo di Rezzato, la giornata internazionale della poesia viene celebrata con grande attenzione e cura. Lo scorso anno (vedi la locandina) il tema che faceva da filo condu ttore delle composizioni poetiche era il viaggio, sollecitato dalla Filastrocca del viaggio (tratta da libro “Filastrocche in valigia” di Sabrina Giarratana e Pia Valentinis).

Viaggio all’andata, viaggio al ritorno

giorno di notte, notte di giorno.

Il tempo gira all’incontrario

non c’è più sonno, non c’è più orario

non c’è più sonno, ma c’è più fame

casa è lontana, senti il legame.

Il mondo è grande, ma non sei solo

anche il coraggio ti segue in volo.

Bello partire, bello arrivare

ma soprattutto, bello viaggiare.  

Quest’anno al centro della sollecitazione a comporre poesie vi è il tema degli animali, come indicato nella circolare interna alla scuola.

Apri la circolare della scuola cliccando qui.

  • Il nostro dono per la giornata internazionale della poesia

Poesia per stare bene a scuola, Papermine, Giunti 2016  

Open larger view

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola