Sostenere la creatività

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [Q3XNLYHH] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [P2F8PN8K] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [UQJMXAZV] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Nel laboratorio ogni proposta creativa dei bambini va accettata, accolta e valorizzata. Questo luogo di esplorazione e di osservazione non deve essere vissuto come uno spazio a sé rispetto alla scuola, ma si deve intrecciare con la storia collettiva dei piccoli della sezione. Di Anna Lia Galardini

pasticciare e manipolare

Cerchiamo di organizzare in ogni scuola un laboratorio per le attività espressive, uno spazio dove i bambini possono disegnare e dipingere con varie tecniche (dalle matite ai pennelli, dall'acquarello al collage...) modellare, assemblare, giocare con la luce, con i materiali di recupero, realizzare prodotti individuali e di gruppo.

In questo laboratorio, attraverso la disponibilità di strumenti e materiali vari, i bambini hanno l'opportunità di tradurre in forme, segni, colori la propria esperienza del mondo. Ma perché questo accada non è sufficiente mettere il bambino davanti a un tavolo o a un cavalletto con un foglio bianco. Ci sono altre condizioni da predisporre che possono aiutare i bambini a esprimersi.

La ricchezza e la varietà di ciò che mettiamo a disposizione consentono ai bambini esperienze percettive, offrono suggestioni estetiche e favoriscono la realizzazione di progetti che scaturiscono proprio dalla suggestione e dalla combinazione dei materiali. Le tipologie dei materiali da offrire sono varie: innanzitutto la carta in tutta la sua ricchezza (di tipo, dimensioni, consistenza, colori), tempere, matite, ma anche materiali naturali e di recupero che offrono inesauribili sollecitazioni alla fantasia. I bambini stessi possono arricchire l'offerta portando da casa ciò che rintracciano con caratteristiche simili alle raccolte che vedono a scuola (carte colorate, nastri, bottoni, ritagli di legno, conchiglie...).

Non c’è mai stata come oggi tanta abbondanza di oggetti e materiali di scarto. Sono numerose quindi le piccole cose da recuperare e da offrire come spunto per comparazioni e rappresentazioni. Aiutiamo il gruppo e ciascuno a conoscere le proprietà dei materiali e a utilizzarli, ascoltiamoli, accompagniamoli nella loro curiosità, nelle cose da esplorare, nelle cose che hanno da raccontare. Ogni proposta dei bambini va accettata, accolta e valorizzata. II laboratorio quindi, anche in questo caso, è prima di tutto un luogo di esplorazione e di osservazione. Non deve essere vissuto come uno spazio a sé rispetto alla scuola e all'esperienza dei bambini, ma si intreccia con i vissuti di una storia collettiva che ogni giorno si svolge nel gruppo, negli spazi, nelle relazioni all'interno delle diverse sezioni. Proprio il riferimento alla soggettività e all'esperienza del bambino, combinato con la varietà di tecniche, strumenti e materiali, fa sì che la ricerca visiva si connoti di significati originali e irripetibili. Del resto la creatività è proprio la capacità di uscire da schemi consueti, smontando e ricostruendo significati; è un processo che attiva letture e interpretazioni nei confronti del mondo esterno, per cogliere e restituire l'esperienza personale secondo modalità estetiche che promuovono un vedere "altro".

Questa strada permette di evitare gli stereotipi dell'espressione nelle diverse produzioni grafiche, nei ritratti, nella rappresentazione della figura umana e dei paesaggi. È in questo modo che possono emergere gli stili individuali, le preferenze nella scelta dei materiali espressivi, le narrazioni infinite dell'immaginazione e della conoscenza.

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Condividi

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola