Il pranzo a scuola, gioioso ed educativo

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [9ZMHKBYI] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [7ANNEUQ2] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [TYRVP9L4] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Bisogna sempre prestare attenzione a creare una situazione positiva tra i bambini a tavola, utilizzando ambienti che favoriscano la socializzazione, l'apprendimento delle buone maniere, l'autonomia e la gentilezza. Di Anna Lia Galardini

mensa scuola dell'infanzia

La vita della scuola non è fatta solo di "attività", ma è scandita da azioni quotidiane, da cure di routine che si ripetono come l'arrivo e il commiato, il pranzo e il riposo. Avere attenzione a questi momenti è molto importante per il benessere dei bambini. Il pranzo in particolare ha una funzione di primo piano nella giornata educativa.

Ma prendersi cura del momento del pranzo ogni giorno in una comunità di bambini non è cosa semplice né scontata. C'è bisogno di attenzione per creare una situazione positiva per i bambini e gli adulti perché il momento del pranzo possa essere momento di benessere, di convivialità, di socialità. È importante non solo quello che i bambini mangiano, ma come mangiano. Lo spazio dove si mangia, la bellezza della tavola, la buona compagnia, la piacevole conversazione, le "buone maniere" sono il necessario contorno al cibo e fanno sì che il momento del pranzo diventi una situazione con forti tratti conviviali e comunicativi.

Cosa è necessario fare per superare la realtà del refettorio rumoroso e disadorno fatto di tavoli e sedie dove si sta a disagio e viene voglia di fare in fretta? Prima di tutto occorre dare una caratterizzazione allo spazio dove i bambini mangiano, perché sappiamo che quanto più uno spazio manda messaggi sulla sua utilizzazione, tanto più il bambino userà correttamente e con piacere questo luogo. I bambini devono essere disposti in gruppi non troppo numerosi per riproporre una situazione familiare in cui si può conversare ed essere ascoltati. A ogni tavolo dovrà essere seduto un adulto che mangia insieme ai bambini, li incoraggia e li sostiene in comportamenti adeguati.

Mangiare è per il bambino un evento sociale. Impara a stare con gli altri, adulti e coetanei, apprende un codice non scritto che cementa spesso rapporti di amicizia durevole. La capacità dei bambini di usare gentilezza l'uno con l'altro — spesso si passano il cibo e si aiutano — e di avviarsi verso l'autonomia, testimonia una raffinatezza di gesti che spesso stupisce gli adulti e che consente ai bambini l'assunzione di ruoli quali quello del cameriere che collabora nel preparare e nel servire a tavola.

Salute, aspetti dietetici, aspetti relazionali nell'alimentazione dei bambini sono spesso oggetto di conversazioni tra genitori e insegnanti. Questo o quello, poco o tanto? Ma spesso ci si dimentica il piacere. Per i bambini invece il piacere di mangiare è qualcosa che si costruisce a poco a poco in un processo che lo coinvolge interamente perché si mangia anche con gli occhi, con la testa, con il cuore. Per questo nella scuola il momento del pranzo deve essere al centro di attenzioni e di riflessioni educative che riguardano gli spazi, i tempi, i comportamenti.
 

Condividi

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola