L’analisi sistematica di lezioni videoregistrate: un modello per la formazione degli insegnanti

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [G5UWADQC] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [Z5IEJW2N] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [91D6BYQI] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

L’analisi sistematica di lezioni videoregistrate: un modello per la formazione degli insegnanti

Un approccio alla formazione degli insegnanti centrato sull’analisi sistematica del processo di insegnamento/apprendimento e facilitato dall’uso di lezioni videoregistrate. Di Rossella Santagata
videolezione

Il lavoro dell’insegnante è estremamente complesso. Dietro a un obiettivo che può sembrare semplice – far sì che gli studenti imparino – si nascondono molteplici conoscenze e abilità che gli insegnanti devono possedere per poter svolgere il loro lavoro in modo efficace. Per esempio, essi devono conoscere la materia che insegnano, le strategie pedagogiche che facilitano l’apprendimento in generale e l’apprendimento specifico di quella materia, le rappresentazioni utili a illustrare concetti particolarmente difficili, il livello di sviluppo cognitivo ed emotivo degli alunni, il livello di comprensione da parte degli studenti di certe idee della disciplina a seconda del livello scolare, il curriculum relativo al livello scolare della materia che insegnano, il libro di testo adottato e software didattici particolarmente utili.

Data la vastità di conoscenze necessarie, non è realistico pensare che queste siano tutte acquisibili durante la preparazione all’insegnamento. È quindi importante pensare agli insegnanti anche come studenti. In altre parole, è importante riconoscere il fatto che gli insegnanti devono continuare a imparare a insegnare dopo aver trovato un lavoro. Questo breve articolo si focalizza sulla seguente domanda: cosa e come possono imparare gli insegnanti dal loro lavoro quotidiano in classe?

Verrà utilizzato come esempio l’insegnamento della matematica perché è in questa area che è stata svolta la maggior parte della ricerca nel campo. La ricerca sottolinea come gli insegnanti possano imparare molto dal loro lavoro quotidiano. In particolare, attraverso un’attenta analisi del processo di apprendimento dei loro alunni, gli insegnanti possono approfondire le loro conoscenze delle rappresentazioni che più facilitano l’apprendimento, dei modi in cui gli alunni tendono a capire certi concetti matematici, delle difficoltà ed errori più comuni e delle strategie pedagogiche che appaiono particolarmente efficaci per certi livelli scolari.

Perché gli insegnanti possano imparare dal loro insegnamento però è necessario che abbiano acquisito abilità di analisi sistematica del processo di insegnamento e apprendimento. Il modello di analisi proposto qui di seguito ha portato risultati soddisfacenti in studi condotti in Italia con futuri insegnanti di matematica.

 

Per saperne di più scarica l’articolo che trovi nella sezione “Approfondimenti” in cima a questa pagina

Rossella Santagata (Università di California, Irvine): 16 Ottobre 2018 Formazione

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola