Dislessia e predisposizione verso la creatività

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [5IBLH6AQ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [QGWMM5BR] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [9X1YCMS8] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Dislessia e predisposizione verso la creatività

La predisposizione verso la creatività è maggiore in bambini e ragazzi con dislessia? Risponde il Prof. Alessandro Antonietti.
Schermata 2018-03-07 alle 13.00.50

Esistono aneddoti secondo i quali persone che hanno avuto successo in campo scientifico o artistico probabilmente soffrivano di problemi nell’area del linguaggio, tra i quali la dislessia. Purtroppo nessuno ha potuto sottoporli a una diagnosi secondo i criteri attualmente in vigore. Tuttavia, vi sono testimonianze più recenti di artisti che riconoscono di essere dislessici e, raccontando la propria esperienza, sottolineano come il problema di lettura, anche se ha comportato sofferenze e ha richiesto tenacia per farvi fronte, non ha impedito di raggiungere gli obiettivi che si erano prefissati.

I DATI DELLE RICERCHE

Ancor più convincenti sono i dati delle ricerche, anche se non molte sono state condotte in questo campo, che mostrano che la predisposizione verso la creatività è maggiore in bambini e ragazzi con dislessia rispetto ai loro pari. Si tratta di dati statistici che descrivono una situazione generale e quindi non è possibile da questi ricavare la conclusione che ogni studente con dislessia possiede delle doti di creatività; più correttamente, da queste ricerche, si può ricavare l’indicazione che la probabilità di seguire dei processi mentali di tipo creativo è maggiore in presenza della dislessia. È una situazione analoga a quella delle ricerche del Prof. Cornoldi e collaboratori, che indicano che la percentuale di bambini e ragazzi con elevato quoziente intellettivo è superiore nei campioni di studenti con Disturbo Specifico dell’Apprendimento rispetto a quelli con sviluppo tipico.

Il brano è tratto dall'articolo DSA e creatività del Prof. Alessandro Antonietti.

 

Per leggere l'articolo completo vai alla rivista numero 55 di Psicologia e scuola!
 

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola