La memoria di lavoro - "Pillole" per cominciare bene

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [6L4KZP69] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [9JPCJQIU] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [CLQPDS2A] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

La memoria di lavoro - "Pillole" per cominciare bene

L'importanza  della memoria di lavoro nell'apprendimento. Un audio di Maria Chiara Passolunghi (Università degli Studi di Trieste)
passolunghi pillole PS

 

Perché è importante la memoria di lavoro? Come interviene nell’apprendimento? Quali sono i processi fondamentali? Quali sono le strategie didattiche e i training di potenziamento? L’esempio dei calcoli mentali.

Una "pillola" audio di Maria Chiara Passolunghi (Università degli Studi di Trieste)

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola