“Non esiste didattica senza relazione”: intervista a Massimo Recalcati

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [2EXWN5VU] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [SA9RVA77] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [GBS6D936] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

“Non esiste didattica senza relazione”: intervista a Massimo Recalcati

La motivazione degli insegnanti, il rapporto scuola-famiglia, il digitale nella didattica: questi e altri i temi toccati nell'intervista a cura di Luisa Lauretta, direttrice di “Psicologia e Scuola” 
Massimo-Recalcati

Massimo Recalcati è uno degli psicoanalisti più noti in Italia. Insegna presso l’Università di Pavia Psicopatologia del comportamento alimentare ed è responsabile del Laboratorio di psicoanalisi e scienze umane dell’Università degli Studi di Verona. È fondatore di Jonas Onlus: centro di clinica psicoanalitica per i nuovi sintomi e direttore scientifico della Scuola di specializzazione in psicoterapia IRPA.

Luisa Lauretta, direttrice di Psicologia e Scuola, lo ha intervistato sui temi dell'educazione, della motivazione nell'insegnamento, del rapporto scuola famiglia. Ecco un'anticipazione dell'articolo pubblicato sul numero di settembre 2019 della rivista

Quali strade indicare a insegnanti insoddisfatti, demotivati, perché trovino nell’ora di lezione il senso autentico del loro mestiere?

Il tema degli insegnanti demotivati è un grande tema perché la scuola “consuma anche i migliori”. L’esercizio ripetuto nella trasmissione del sapere, sempre uguale a se stesso per molti anni, dentro un dispositivo freddo, grigio, che è sempre più esigente in termini di valutazione, quantificazione dei risultati, programmazione, “abbatte” anche i docenti più appassionati alla professione.
Il problema è quindi come non perdere il desiderio di insegnare e c’è un solo modo: non dimenticare che l’ora di lezione viene prima di ogni altra cosa, di ogni altro compito, e fare in modo che uno stesso contenuto che un docente è tenuto a insegnare nel
corso del tempo possa diventare ogni volta nuovo. (...)

Leggi l'articolo completo a questo link (con abbonamento alla rivista).

Guarda la videointervista realizzata in occasione del convegno di “Psicologia e Scuola” 2019. 

Guarda 

La scuola di oggi: intervista a Massimo Recalcati from Giunti Scuola on Vimeo.

 

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

23 Agosto 2019

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola