Imparare e divertirsi con i travasi: al nido e a casa, un gioco con mille varianti

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [PGVJBF48] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [B2VY244W] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [7K66DBKT] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => it
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Imparare e divertirsi con i travasi: al nido e a casa, un gioco con mille varianti

Noci di cocco, teiere o conchiglie? Farina, semi o acqua? Tante possibilità da sperimentare. Un'attività educativa semplice per apprendimenti complessi, nel segno di Maria Montessori. Di Tania Mariotti

Quest’anno celebriamo i 150 anni dalla nascita di Maria Montessori; fra le tante eredità che ci ha lasciato, anche l’attività dei travasi, che si è diffusa con il suo metodo.
Un gioco semplice, operoso e appassionante al nido come a casa.

Alla scoperta di nuove capacità

Riconosciuto come gioco educativo e propedeutico ad autonomie, il travaso è una delle attività tra le più apprezzate dai bambini per le possibilità offerte di allenamento della motricità fine, di concentrazione, di tentativi e di “non chiusura”. Il gioco dei travasi non ha infatti regole che inibiscono il fare dei bambini ma apre a gesti, movimenti, costruzioni ipotetiche, esplorazioni e narrazioni di vita quotidiana.

 

I bambini con i travasi potranno cimentarsi nel conoscere nuove capacità come afferrare, spostare, versare, svuotare, riempire etc.  Si tratta di semplici gesti, apparentemente ripetitivi, che racchiudono tuttavia apprendimenti complessi come coordinamento oculo-manuale, coordinazione, abilità manuali che con il tempo saranno serbatoio mnemonico per gesti di autonomia quotidiana, come mangiare e utilizzare utensili.

Noci di cocco, teiere o conchiglie?

Farina di ogni tipo, semi di sesamo, pangrattato, orzo, riso soffiato, corn flakes ma anche sabbia, terra o acqua… tutte queste materie alimentari, naturali, fluide e solide sono apprezzabili elementi per il gioco dei travasi.

Vicino ai materiali è necessario mettere contenitori che abbiamo una facile prensione per i bambini quindi proporzionati alle loro mani.  Strumenti di gioco indispensabili nei travasi i contenitori possono inoltre variare da un minimo di due a un numero non precisato: in questo modo il gioco è sempre più articolato e i bambini sempre più orgogliosi delle loro abile gestione di materie e strumenti.

I gradi di complessità del contesto possono essere svariati; possiamo utilizzare:

più materiali di multiple consistenze

più contenitori di forme e dimensioni

strumenti diversi per accompagnare il travaso come mestoli, cucchiaini, colini e setacci

materiali naturali come noci di cocco o conchiglie da utilizzare nel gioco in maniera impertinente

oggetti domestici, per i travasi liquidi possono essere teiere, oliere, bottiglie e… spugne (meglio se naturali per la sicurezza dei bambini).

 

L’adulto può partecipare al gioco affinché il bambino possa avere l’opportunità di osservarne e imitarne i gesti per poi creare le sue autentiche varianti ludiche.

Buon divertimento.

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola