Come allestire contesti di gioco imitativo con materiali di riciclo

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [KVLSV8IU] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [FG6JUUZ7] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [Q56IPIJZ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => it
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Come allestire contesti di gioco imitativo con materiali di riciclo

Prepariamo gli spazi per "far finta di". Tutti i materiali utili (più uno indispensabile) per il gioco dei bambini e delle bambine al nido e in famiglia. Di Tania Mariotti

Da un certo momento in poi, di solito tra i 18 mesi e i 2 anni, ogni bambino e ogni bambina inizia, appassionandosi, un percorso imitativo del mondo degli adulti.
Azioni, regole, relazioni, comportamenti e parole “dei grandi” che li circondano vengono imitate spesso più e più volte in una continua riproposizione della realtà.
Si tratta di un far finta che si lega a ciò che i bambini vivono quotidianamente ma ogni tanto si affaccia anche ad episodi, avvenimenti o luoghi che li coinvolgono emotivamente (“giochiamo al dottore?”).

Il gioco imitativo


Il gioco imitativo è funzionale al bambino nella sua personale comprensione del mondo, delle relazioni che vi si instaurano così come nello sviluppo psicomotorio, empatico ed emotivo e nella sua autoregolazione.

Sbrigare le faccende domestiche, cucinare, aggiustare, curare le malattie, accudire i bambolotti, ma anche brontolarne uno o fare una telefonata a un ignoto parente o collega esprimendo tutto il proprio disappunto per ciò che è successo o tranquillizzandolo che tutto andrà bene… Sono solo alcuni dei giochi spontanei ai quali ogni educatrice può assistere abitualmente.

Gli spazi del “far finta”


Proprio nei servizi per la prima infanzia non dovrebbero mancare angoli, spazi, stanze o luoghi “del far finta” dove i bambini possano trovare strumenti, materiali e strutture che li sostengano nella riproposizione di ciò che hanno visto e vissuto con emozione e curiosità.

Con il gioco in questi spazi il bambino mette in atto, tramite gesti e oggetti, un’imitazione dell’adulto con varianti e sfumature del tutto personali…

Si deve quindi trattare di contesti di gioco (spazi e materiali) che suggeriscano al bambino la massima libertà e autonomia di sperimentazione, senza che vi siano adulti invasivi o direttivi nella conduzione del gioco.

La trama ludica deve, infatti, prendere avvio dai bambini i quali saranno ben lieti di trovare adulti cooperanti ad assaggiare il caffè appena pronto, pagare una spesa fatta di costruzioni e rispondere a una telefonata del lupo.

  

 

Quali materiali possiamo usare?


Come costruire un contesto di gioco bello e ricco che regali ai bambini la libertà di sperimentare e indagare il mondo degli adulti?

Lasciate che al loro interno compaiano materiali naturali e di riciclo che arricchiranno il contesto di possibilità e organizzate angoli belli, curati e dove tutto sia all’altezza dei bambini.

Ecco alcune semplici indicazioni di materiali per allestire, arredare e rifornire cucine in casa o al Nido: ricordiamoci di igienizzare tutto il materiale e gli strumenti e di metterli in sicurezza sigillando tappi e smussando angoli taglienti.

Mobili (piano cottura, lavandino e cucina)


Grandi scatole o mobili vecchi (comodini, tavoli bassi, ma anche sedie)... con pennelli e carta possono divenire dei bellissimi piani cottura mentre per il lavandino può essere utile una bacinella (insalatiera) “incassata” nella scatola.

Stoviglie
 

  • padelle e pentole di piccole dimensioni che troviamo in casa, piccolo colini, mestoli, pinze, mattarelli
  • macchinette del caffè (meglio da 1 tazzina)
  • teiere di varie dimensioni
  • tazzine di vari materiali
  • piattini in ceramica ma anche sezioni di legno che li possano evocare
  • forchettine, cucchiaini di acciaio di diversi stili o abbassalingua in legno che divengono una posata universale.

Alimenti

  • barattoli riciclati piccoli e trasparenti dove mettere materiale che assomigli a sale e pepe
  • prodotti fatti all’uncinetto o a maglia con le forme e i colori di alimenti (frutta, verdura, salumi)
  • pasta fatta da pezzi di stoffa adeguatamente tagliati a strisce spaghetti o come farfalle
  • petali, fiori, pigne, foglie, cortecce e tutto ciò che si trova in giardino possono divenire indispensabili ingredienti di minestroni o piatti unici.
  • erbe aromatiche in contenitori apribili e annusabili aggiungeranno quel tocco sensoriale sempre gradito in cucina.

E ancora...
 

  • tovaglie e tovaglioli fatti di scampoli di stoffa possono ricoprire il tavolino oppure fare da tovagliette americane
  • barattoli piccoli e trasparenti con un po’ di acqua e sapone (sigillati) divengono insieme a spugne naturali l’occorrente per rigovernare
  • un vaso di fiori veri in mezzo al tavolo o una pianta evocherà sicuramente casa.

Il materiale principale…


Un adulto con un sorriso incoraggiante vicino.

 

E se si rompe?


I bambini romperanno i materiali fragili? Può darsi, ma non di proposito: se diamo fiducia ai bambini, se li mettiamo in condizione di poter fare un gioco da grandi loro staranno alle regole del gioco e faranno molta attenzione...

 

 

 

 

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola