La scuola deve essere migliore della società. Altrimenti a che cosa serve?

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [GZHJSNYY] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [KEXE96EJ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [UJB6TS9Q] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

La scuola deve essere migliore della società. Altrimenti a che cosa serve?

“Mi piacerebbe ci ricordassimo che la scuola è un luogo in cui si ricerca, perché gli adulti in ricerca sono il più bel dono che possiamo fare ai ragazzi”. I ferri del mestiere dell’insegnante, la storia di un maestro e quella della nascita di un film. Un’intervista e tre video. A tu per tu con Franco Lorenzoni.

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

Entra Non sei ancora registrato? Fallo ora!
Elementare_Lorenzoni

Bambini che si confrontano con i filosofi greci, il significato dell'anima, il mistero del teatro, la bellezza della pittura: è vero che "i bambini pensano grande" e nel documentario Elementare –Appunti di un percorso educativo, di Franco Lorenzoni, si sente e si vede. Lorenzoni, maestro da 37 anni, da sempre lavora sull'ascolto dei pensieri e delle domande dei suoi ragazzi, prima prendendo appunti, poi portando in classe una telecamera. Ore e ore di materiale registrato, che dopo un lungo lavoro di selezione e montaggio è diventato un film documentario.

"Tra le tante culture che esistono al mondo – spiega Lorenzoni – io credo esista anche la cultura infantile. È sconfinata, provvisoria, sospesa fra il credere e non credere, mentre tutto intorno a noi congiura per dirci che un altro mondo non è possibile. Quando noi insegnanti abbiamo molti dubbi sul nostro mestiere, io ho una certezza: i bambini hanno molto da insegnarci”. Franco Lorenzoni dedica il suo lavoro di documentazione ai giovani insegnanti: “mi piacerebbe ci ricordassimo che la scuola è un luogo in cui si ricerca, perché gli adulti in ricerca sono il più bel dono che possiamo fare ai ragazzi. E loro si accorgono immediatamente se facciamo sul serio; noi a volte facciamo finta di interessarci, alla cultura, a quello che insegniamo”.

È impossibile dare consigli a chi insegna, ma “forse è utile ricordare quali sono i ferri del mestiere per noi maestri di tutte le età.

L’ascolto: un ascolto vero, sincero, non retorico. Pensare che i bambini hanno qualcosa da insegnarci. Pensare alla cultura come a un luogo vivo in cui ci possiamo rispecchiare per conoscerci un po’ di più, e questo i bambini lo sanno fare.

La restituzione: come ci ha insegnato Mario Lodi, dobbiamo dare dignità al pensare dei bambini, che hanno intuizioni meravigliose e non sanno di averle se non c’è un adulto che le documenta.

La costruzione di comunità: il compito più difficile di tutti. Abbiamo bambini con disagi forti, si avverte una grande sofferenza infantile; perché la scuola sia inclusiva (“tutti è una parola sacra” diceva Aldo Capitini) dobbiamo creare una comunità accogliente che si arricchisce dell’apporto di tutti.

Perché la scuola “deve essere un po’ migliore della società, altrimenti a che cosa serve?”.

Chiara Tacconi

Storia di un maestro

I ferri del mestiere

Elementare: nascita di un film

Chiara Tacconi: 29 Maggio 2016 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola