App in classe per raccontare storie

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [8P7QRIJE] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [SDH18WLI] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [ZFTY4FCJ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)

Cortometraggi, documentari, podcast...: Italo Ravenna, insieme ai bambini della sua scuola, usa (e crea) App educative. Ecco i suoi consigli. 

italo ravenna app in classe

Italo Ravenna, insegnante della primaria, si definisce “un creativo della didattica”: con i suoi alunni ha realizzato cortometraggi, documentari, podcast e un’App per iPhone “La marcia dei Folletti” che ha riscosso un notevole successo. Classe 1969, è docente presso I.C. di Borgotaro (Parma), Apple Distinguished Educator e formatore per insegnanti.

In che modo è possibile utilizzare le App alla scuola primaria?

"In modo semplice, cercando, prima di tutto, qualcosa di non complicato da usare, sia per i docenti che per i bambini. Qualcosa che faccia l’effetto wow sugli studenti. Un esempio è l’app Morfo, che permette di creare animazioni di foto. Usata nel modo giusto, si potrà far parlare personaggi storici e far loro raccontare la loro storia".

Qualche consiglio agli insegnanti che vogliono iniziare a usare le App?

"Il mio approccio durante una formazione è sempre quello di usare la didattica digitale e i nuovi media per completare e migliorare quanto si fa già in classe, senza inventarsi nulla. Magari con la documentazione del lavoro svolto, imparando a fare un video con le foto di un’esperienza in aula".

Vuole condividere un’esperienza in particolare?

Tra le mie esperienze più belle vi segnalo l’app per iPhone (un racconto interrativo) “La marcia dei folletti”, pensata e creata nel 2008 e uscì nell’App Store nel settembre 2010, qui il link all’esperienza.
E questo cortometraggio, un omaggio ai Vigili del Fuoco Volontari, realizzato con i bambini di 7 anni:

Che cosa presenterà agli insegnanti che parteciperanno a Now!, il convegno di Modena sull’innovazione didattica?

"Cosa dire ai miei colleghi? Venite a trovarci a NOW! Avrete modo di confrontarvi e imparare cose straordinarie da colleghi che già le attuano in classe. Visto che mi piace raccontare storie attraverso i nuovi media, il mio intervento a NOW! si baserà principalmente su come raccontare storie. Vi aspetto a Modena!"

  

Per saperne di più

Scarica il programma completo di NOW! e iscriviti qui.

Chiara Tacconi: 16 Febbraio 2018 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola