"Sorpresa nel bosco": parlare ai bambini di adozione e sostegno

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [E7TEXSYA] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [XWXDQ2MW] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [8WFU4SJD] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

"Sorpresa nel bosco": parlare ai bambini di adozione e sostegno

Il libro di Cosetta Zanotti e Lucia Scuderi, edito da Fatatrac, si ispira alla storia di un bambino affetto da una malattia rara, che nella storia diventa un pesce accolto da una famiglia di orsi. Di Daniele Dei

cosetta zanotti e lucia scuderi

Il racconto di un’adozione speciale ispirato da una storia vera. È quello che rappresenta il libro “Sorpresa nel bosco” edito da Fatatrac e pubblicato nel 2018, con i testi di Cosetta Zanotti e le illustrazioni di Lucia Scuderi, realizzato in collaborazione con l’associazione “Una vita rara AHDS-MCT8 Onlus”. In occasione del Bologna Children’s Bookfair 2019 abbiamo parlato con l’autrice e l’illustratrice per farci raccontare come è nato questo volume e cosa può rappresentare per i bambini, che sia una lettura estiva oppure uno strumento da utilizzare in classe durante l’anno scolastico.

“Questo libro arriva da una storia vera. – racconta Cosetta Zanotti – È quella di Davide, un bambino che è stato adottato e soffre di una malattia rara. Non può camminare né parlare, e dalla richiesta dei suoi genitori di far conoscere la sua vita è nata questa storia. L’abbiamo ambientata in un mondo magico, un bosco, in modo che i bambini quando incontrano questo personaggio e tutti i coprotagonisti che gli fanno da cornice siano coinvolti il più possibile nella narrazione. Si parla di accoglienza, di diversità e della possibilità di entrare senza paura nel mondo di chi è molto diverso da noi”.

Parlare della “diversità” a scuola

La diversità è un tema difficilissimo da affrontare all’interno della scuola. – prosegue l’autrice – In questo libro si può giocare attraverso alcuni simboli e immagini, che sono gli amici del bosco. Rappresentano il gruppo che sta vicino alla persona “diversa” che teniamo vicino a noi con difficoltà, perché davanti a lui non ci riconosciamo. Il conflitto di solito scoppia proprio perché non si conosce la diversità dell’altro”.

La storia

Il cucciolo che Mamma orsa e Papà orso attendevano finalmente è arrivato. È un pesciolino che si chiama Pinna che decidono di adottare. È l’inizio di una storia tenera come un abbraccio, che racconta come ogni vita sia unica e speciale e come l’amore e l’amicizia possano davvero cambiare il mondo e renderlo un posto per tutti. I genitori decidono alla fine di lasciare il bosco per andare a vivere sul lago e potersi tuffare assieme al loro pesciolino nell’acqua.

“Giocando con i bambini in classe – racconta l’autrice – domando loro quale tipo di animale del bosco vorresti essere, e qualcuno mi risponde ‘un coccodrillo’. I compagni dissentono, perché i coccodrilli nel bosco non ci sono. Ma la risposta del bambino è che così, nel lago, l’alligatore potrebbe proteggere Pinna, il pesce protagonista della storia. C’è un gioco di immedesimazione: il bambino si domanda il come e il perché e si butta senza paura dentro le storie”.

I valori espressi dal libro

“È una storia ottimista, leggera e si apre a tante diverse possibili letture – spiega l’illustratrice Lucia Scuderi – in ogni pagina che si sfoglia appaiono delle piccole sorprese: è una storia che si svela poco a poco. Il bambino deve avere la curiosità di scoprire quel che succederà nella pagina successiva con una narrazione misteriosa che non svela tutto subito. Questo è un libro in cui ci sono tanti livelli di lettura: una storia da un lato impossibile e dall’altro emblema di un sogno”. 

“Chi ha avuto una esperienza dura di adozione, sa di cosa stiamo parlando leggendo questo libro, – conclude Cosetta Zanotti – per tutti gli altri si apre comunque una strada per avere una prospettiva di lettura diversa… e divertente”.

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Daniele Dei: 2 Luglio 2019 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola