Leggere ad alta voce per scoprire libri “difficili” e mondi possibili

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [J7RLBHD4] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [BD6I4YM3] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [E5VN4PLK] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Leggere ad alta voce per scoprire libri “difficili” e mondi possibili

Quante possibilità offre la lettura ad alta voce? Un approfondimento di Andrea Smorti (Università di Firenze)

leggere libri vs10

Quali sono i meccanismi che mettiamo in atto quando leggiamo? E dove può portarci  la lettura ad alta voce? Andrea Smorti (Università di Firenze), autore di Raccontare per capire: perché narrare aiuta a pensare, sul numero speciale di La Vita Scolastica dedicato alla lettura, firma un articolo su “Leggere è... comprendere e comprendersi”, mondi possibili e costruzione del proprio Sé attraverso la narrazione. “La costruzione di mondi possibili – spiega Smorti – è alla base della comprensione dell’altro. Essa permette di formulare e di dare una risposta all’ipotesi sul quello che l’altro sta dicendo. Le persone hanno capacità molto diverse di costruire mondi possibili. Il magistrato, il narratore, lo psicologo, l’insegnante, sono ognuno specializzati in settori diversi. Questo perché la costruzione di mondi possibili attinge all’esperienza di vita della persona che è fatta di casi concreti incontrati, di racconti, letture e di 'teorie' in precedenza create sulla realtà, in una parola al patrimonio autobiografico del lettore (nel nostro caso) che contribuisce alla formazione del suo Sé autobiografico”.

Leggi l'articolo completo su La Vita Scolastica n. 10 2019

Nel corso del convegno Leggimi ancora (nell'ambito di Fiera Didacta Italia, Firenze 2018), Andrea Smorti si è soffermato anche su un aspetto importante della lettura ad alta voce: la possibilità di avvicinare bambini e ragazzi a livelli narrativi difficili. Ecco la videointervista:

Leggere ad alta voce: Andrea Smorti (Università di Firenze) from Giunti Scuola on Vimeo.

Chiara Tacconi: 4 Giugno 2019 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola