Sviene in classe, ragazzina non mangiava da due giorni

Una ragazzina, figlia di immigrati, è svenuta in classe, nella scuola secondaria inferiore che frequenta. Non mangiava da due giorni e vive  in una casa senza riscaldamento.

di Redazione GiuntiScuola · 17 dicembre 2016
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

Sembra una storia di altri tempi o di altri luoghi e invece succede in Italia, a Udine.
Una ragazzina, figlia di immigrati, nella scuola secondaria inferiore che frequenta, è svenuta in classe, a causa della fame. Non mangiava da due giorni e vive in una casa senza acqua calda e senza riscaldamento.
A denunciare il fatto il Messaggero Veneto : la ragazza non mangiava da 48 ore e per lavarsi era costretta a fare la doccia con l’acqua fredda. Sarebbero stati gli stenti a causarne il malore in una scuola media di Udine. «Non è la prima volta che capita: di bambini che vivono senza riscaldamento o senza un piatto caldo, o non hanno i soldi per pagare i buoni pasto della mensa ce ne sono anche a Udine, e non solo qualcuno, solo che queste situazioni non vengono quasi mai denunciate», ha detto il dirigente scolastico al quotidiano locale.