«Non avrò mai più, nella mia vita, una ricreazione»: piccoli rituali per la scuola che manca

I maturandi che si sono improvvisamente ritrovati senza la scuola. Nella loro classe, con i loro professori, con le ore scandite, non ci staranno mai più

di Claudia Casini · 05 giugno 2020
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
3 min read

«Mi vergogno un po’ a dirlo, ma… mi manca la scuola!». Martino, diciannove anni, con una bocciatura alle spalle, abbassa lo sguardo mentre borbotta queste parole. «Proprio io lo dico!», aggiunge. Beh, in effetti non c’era da aspettarselo, a scuola Martino non si può dire che ci fosse mai andato volentieri. «Odio svegliarmi presto, non sopporto la mia compagna di banco che sa sempre tutto, la matematica non mi va proprio giù» diceva, e ancora, più in generale, «la società impone cose tropp

DAD Didattica a distanza

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!