Lavorare con le mani e con gli occhi

Francesca Tamburro, un'illustratrice in formazione, intervista Giulia Orecchia, "streghetta dei colori" secondo Bruno Tognolini e illustratrice affermata con la passione per l'arteterapia. Parlano insieme di che cosa significa illustrare un libro per bambini, come fare texture e collage, in che modo l'arte e le immagini aiutano insegnanti e bambini a stare bene a scuola.

di Redazione GiuntiScuola · 16 giugno 2016
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
9 min read

Oggi Giulia Orecchia è un’affermata artista e illustratrice di libri per l’infanzia. Ma Giulia Orecchia come è diventata Giulia Orecchia? Quali sono stati i momenti importanti della tua storia professionale, gli incontri fortunati, essenziali a partire da quando eri piccola fino ad oggi?

Quand’ero piccola mi piaceva disegnare: era una cosa che mi dava molta gioia, molto piacere. Mi dicevano che ero brava, il che rendeva ancora più gratificante il fatto di disegnare; ho avuto la fortuna

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!