Contenuto riservato agli abbonati io+

In Ciad, per cambiare

Con la speranza del cambiamento personale, ritrovo un mondo che segna così profondamente i destini di uomini, donne, bambini. Ma non è così anche da noi?  Di Maurizia Butturini.

di Maurizia Butturini04 gennaio 20182 minuti di lettura
In Ciad, per cambiare | Giunti Scuola

Dopo tre anni di assenza dal Ciad , ritrovo cose uguali e diverse. Ho due nuove compagne di viaggio, Laura di Rimini e Antonella di Salerno, oltre ad Antonietta veterana volontaria in Ciad e nostro punto di riferimento.
L'aeroporto è nuovissimo, marmi chiari e lucidi, luminoso e pulito. Senza nessun servizio ma molto funzionale. Poichè ci è riservata un' accoglienza privilegiata andiamo subito in un ufficio dove ritirano i passaporti


Scuola dell'infanzia