"Ho vinto"! Manteniamo l'originale desiderio di farcela

Spesso viene fatto passare il messaggio di dover arrivare per forza primi. Ecco alcuni giochi che invece ristabiliscono il significato che era stato dato inizialmente dal bambino stesso

di Gianfranco Staccioli · 22 luglio 2019
0

REGISTRATI ACCEDI

0
3 min read
Un gruppetto di bambini di tre anni si è posizionato vicino ad un albero. Devono fare una corsa fino all’albero successivo. L’insegnante grida: Via! Tutti i bambini partono di corsa per raggiungere l’altro albero. Finito il gioco l’adulto li guarda: i bambini sono soddisfatti e sorridenti. Chiede: “Chi ha vinto?”. Tutti i bambini alzano la mano.

Vincere è per un bambino arrivare là dove doveva arrivare. Poco importa se è arrivato prima o dopo di un altro. Vincere non significa arrivare pri

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it