Contenuto riservato agli abbonati io+

E hanno visto tutti un gatto

Un gatto è un gatto. Ma se a guardarlo è una pulce, allora diventa un gigante peloso. Un'ape lo vedrà come un mosaico di punti colorati, una puzzola come un animale in bianco e nero. Esce per Gallucci un albo di Brendan Wenzel che dice ai bambini: "quel che vedi dipende dal tuo punto di vista". 

di Nora Scalzi03 agosto 20161 minuto di lettura
E hanno visto tutti un gatto | Giunti Scuola

Il sito di Brendan Wenzel , artista e illustratore newyorkese per l'infanzia, è un tripudio di colori e di forme: di animali, soprattutto. Appassionato ambientalista , Wenzel cattura con grazia e ironia atteggiamenti e caratteristiche di bestioline e bestioni, specie del Sud-Est Asiatico, zona che da tempo monitora con attenzione al proposito della salvaguardia degli animali. Ma non solo di animali per noi esotici s'è occupato questo autore: un suo albo, appena portato in Italia da Gallucci, ha infatti per protagonista un gatto che, nel corso di una pigra passeggiata, incontra gli sguardi di altri bipedi e quadrupedi, bestie dotate di ali e no.

Ciascun animale osserva il micio dal suo punto di vista . E dunque un gatto è un gatto, senz'altro. Ma se a guardarlo è una pulce, allora diventa un gigante peloso. Un'ape lo vedrà come un mosaico di punti colorati, una puzzola come un animale in bianco e nero. Per un bambino un gatto è un morbido furbone più basso di lui. Per un cane invece diventa un cangiante punto interrogativo oblungo, dalla forma misteriosa.

" La realtà, come la bellezza, cambia con gli occhi di chi la guarda ", dice la quarta di coperta dell'albo.  Ed è, questo, un bel messaggio da consegnare ai bambini accompagnandoli a zonzo insieme al micio, tra conoscenza del mondo e sorprese, tra pagine coloratissime e sguardi sempre diversi, costruttori di saperi e di ricchezza.

Per saperne di più