Affrontare i “tasti dolenti” per diventare cittadini migliori

Imparare a gestire i conflitti e i vissuti dell'infanzia per una cittadinanza migliore: intervista a Paolo Ragusa (CPP)

di Redazione GiuntiScuola · 03 ottobre 2019
0

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read
Per essere buoni cittadini è necessario saper affrontare i conflitti, ma non basta: dobbiamo porre attenzione ai "tasti dolenti", quelli che condizionano le relazioni e che hanno uno stretto legame con l'infanzia. Parola di Paolo Ragusa , esperto in gestione dei conflitti, responsabile formazione dello "storico"  CPP. Ragusa è intervenuto al Convegno CPP "Né buoni né cattivi" (Milano, 12 ottobre 2019) p
Scuola primariaaffettivitàRispettoconflittodocentegenitore

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it