L’attenzione all'incontro nella scuola inclusiva. Due video e tante azioni da fare insieme

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [Y6A8KQYI] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [6Z47QK7T] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [6V9KIFGC] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

L’attenzione all'incontro nella scuola inclusiva. Due video e tante azioni da fare insieme

Il racconto di una scuola che cerca di includere, delle azioni quotidiane, le buone pratiche di integrazione e l’attenzione costante alla diversità linguistica. Di Mihaela Coman 

Il mondo in una scuola per Sesamo

Prima di entrare nella scuola (I.C. Castiglione 1), prendetevi il tempo di guardare questi due piccoli video. Cliccando sulle anteprime potrete andare a vederli sul sito web dell'istituto.

Il primo, realizzato dai bambini della scuola dell’infanzia e dai loro insegnanti, racconta la gioia e l’allegria di un “incontro inaspettato”, che raduna amici che vengono dai quattro angoli del mondo, ognuno con tante storie da raccontare e giochi da scambiare.

Il secondo racconta il momento, delicato e memorabile, dell’accoglienza e del saluto: quando si fa spazio a un bambino neo arrivato e ognuno gli dà il benvenuto nella sua lingua.
Sono testimonianze fiduciose e coinvolgenti di una scuola che cerca di includere, di far sentire a casa ogni bambino e che crea le condizioni, quotidiane e concrete, per un apprendimento efficace de di qualità. Per tutti.

Il mondo a scuola 

Ora che avete guardato i video, entriamo nella scuola e nei suoi progetti, partendo da quello dedicato al plurilinguismo, che si è appena concluso. In occasione della giornata internazionale della lingua madre, gli istituti afferenti alla rete Intercultura dell’Alto Mantovano, di cui il capofila è l’I. C. Castiglione 1, hanno organizzato per il secondo anno consecutivo una serie di manifestazioni con la finalità di sensibilizzare la comunità sul valore del pluralismo linguistico e culturale.

Attraverso azioni a scelta delle scuole della rete (incontri, convegni, recite, mostre, concerti, collegamenti Skype con le scuole europee), hanno ricordato il sacrificio degli studenti bengalesi che hanno combattuto per salvaguardare la lingua madre in Bangladesh. Rispetto all’anno scorso, l’iniziativa si è estesa anche alle scuole europee tramite E-twinning, con il progetto intitolato Il mondo in una scuola, cercando di coinvolgere un maggior numero di partecipanti.

In occasione della giornata internazionale della lingua madre, nell’Aula Magna del Comprensivo 1 di Castiglione delle Stiviere, sono stati proiettati dei video creati dagli alunni della scuola dell’Infanzia e della scuola primaria, ci sono stati momenti musicali con gli inni dei paesi da cui provengono gli studenti, collegamenti Skype con le scuole partecipanti. È stata presentata una raccolta sui modi di accogliere l’altro, realizzata dagli studenti della scuola secondaria, sono stati recitati proverbi nei dialetti d’Italia e una rappresentazione del gruppo di alunni del corso di lingua, cultura e civiltà rumena. Gli studenti del liceo artistico di Guidizzolo (Mantova) hanno creato un’originale locandina in italiano e in inglese per pubblicizzare l’evento; sono stati invitati a partecipare studenti, insegnanti, amministrazioni comunali, associazioni del territorio, genitori, l’Ufficio scolastico regionale, giornalisti.

La giornata di celebrazione è infatti l’occasione per conoscere, riconoscere e valorizzare le lingue dei nostri alunni.

Gli istituti che hanno aderito al progetto Il mondo in una scuola in E-twinning sono:

  1. I. C. Castiglione 1, Mantova, promotore dell'iniziativa, capofila della rete Intercultura dell’alto mantovano;
  2. I. C. Castiglione 2, Mantova Italia;
  3. I. C. Goito, Mantova Italia;
  4. I.C. Guidizzolo, Mantova Italia;
  5. I. C. Ceresara, Mantova Italia;
  6. I. C. Volta, Mantova Italia;
  7. I.S. Gonzaga, Mantova Italia;
  8. I. Artistico Guidizzolo, Mantova Italia;
  9. Scoala Gimnaziala "Episcop Iacov Antonovici" Barlad, Romania;
  10. I.C Chinnici-Roncalli, Italia;
  11. 11.Scoala Gimnaziala n.1 Zorleni, Vaslui, Romania;
  12. ISIS "E. Alessandrini", Vittuone (Mi) Italia;
  13. Istituto Comprensivo di Trescore Balneario, Trescore Balneario (Bg) Italia;
  14. Liceul teoretic Mesterul Manole Sălcuţa, Căuşeni, str., 47, Repubblica Moldova;
  15. IC Pinerolo V di Cumiana, Torino Italia;
  16. Istituto Comprensivo Roverbella Mantova Italia;
  17. Dinar Anadolu Lisesi, Dinar Turchia;
  18. Lycée Marcelin Berthelot, Pantin Francia.

Crescere con più lingue

Come previsto nel art. 30 della Convenzione sui Diritti dell'Infanzia, ratificata dall’Italia con la Legge 176 del 27 maggio 1991, negli Stati dove esistono minoranze linguistiche, non può essere negato al fanciullo il “diritto di avere una propria vita culturale, di professare e di praticare la propria religione o di far uso della propria lingua insieme agli altri membri del suo gruppo”.

La lingua madre è un incontestabile valore anche dal punto di vista dell’apprendimento linguistico, come testimoniano le ricerche di numerosi esperti in materia. Lo studioso canadese J. Cummins fu il primo a teorizzare il principio dell’interdipendenza linguistica: le conoscenze e competenze linguistiche che un bambino possiede in lingua madre possono infatti “trasferirsi” e passare dalla lingua “prima” alle altre lingue.

L’utilizzo della lingua madre inoltre abbassa il “filtro affettivo”, rimuove le barriere motivazionali ed emotive che impediscono spesso il progredire dell’apprendimento della lingua seconda. Un buon apprendimento della lingua seconda non deve avvenire a scapito della lingua madre: anzi, la padronanza in una lingua rafforza, e non ostacola, l’acquisizione di un’altra. Il codice materno apre infatti a nuove acquisizioni linguistiche e continua tuttavia a vivere e a rafforzarsi nelle situazioni di scambio affettivo, intrafamiliare, intracomunitario.

Le lingue sono lo strumento più potente di conservazione e sviluppo del patrimonio dell’Umanità.

La tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale e linguistico è una delle priorità dell’Unesco a cui la scuola capofila ha inviato la domanda di adesione in seguito alla nota MIUR n. 11476 del 9/07/2018.

Tante azioni per una scuola inclusiva

L’iniziativa Il mondo in una scuola fa parte di una serie di progetti interculturali ideati e sviluppati dalla commissione Intercultura dell’I.C. Castiglione 1 formata da 23 insegnanti. Fra questi:

  • Tutor in lingua madre: è un progetto di accoglienza e tutoraggio tra gli studenti stranieri di seconda generazione e gli alunni NAI. Nell’ottica di fare dell’ambiente il terreno di incontro e dialogo tra le diverse culture, tutta la comunità educante si prende l’impegno di dare un messaggio inclusivo di accoglienza e valorizzazione.
  • Crescere insieme è un progetto in cui gli studenti, coordinati da un mediatore o un insegnante madrelingua, presentano il loro Paese a tutto l’istituto. Dal 2015 ad oggi, sono stati presentati, dagli studenti di seconda generazione, i seguenti paesi: Cina, Marocco, India, Nigeria, Romania, Albania, Pakistan. Quest’anno l’insegnante di lingua spagnola e i suoi studenti prepareranno la presentazione dei Paesi di lingua spagnola da cui provengono: Argentina, Perù e Cuba. Inoltre un’insegnante di italiano di scuola secondaria coordina gli studenti di varie provincie italiane per la presentazione delle regioni d’Italia.
  • Nati per leggere è un’iniziativa dell’istituto in collaborazione con la biblioteca Palazzo Pastore di Castiglione delle Stiviere per la promozione della lettura nelle famiglie di origine straniera e per il mantenimento del bilinguismo. Gli studenti bilingui con l’aiuto dei mediatori, hanno tradotto in 7 lingue i volantini dell’iniziativa nazionale.

Ecco la traduzione in cinese:

  

  • Scriviamoci una storia, un percorso di crescita e di sviluppo attraverso la narrazione. Il progetto è stato presentato al convegno Anils di Milano. http://www.anils.it/wp/indice-selm-del-n-7-9-2018/
  • Sportello Intercultura per i genitori è una risorsa interna per aiutare le famiglie a conoscere il sistema scolastico italiano nonché per incoraggiarne la partecipazione alla vita scolastica. Lo sportello è una risorsa anche per gli insegnanti che hanno bisogno di consulenza, formazione, risorse per la didattica in classe.

Oltre ai progetti summenzionati, l’istituto ha aderito ad altre iniziative, promosse dal Consolato rumeno a Milano, dall’associazione Forma, che fornisce i mediatori linguistico-culturali, dall’Ufficio di Coesione sociale Mantova. Fra questi:

  • Corso di lingua, cultura e civiltà rumena è finalizzato all’apprendimento e il mantenimento della lingua rumena. Il progetto svolto è stato presentato al Consolato rumeno a Milano il 26 marzo 2017 e in occasione del convegno internazionale di Udine, svoltosi nello stesso anno.
  • Viaggio nelle religioni della mia città è un’iniziativa dell’Ufficio di Coesione Sociale di Mantova, con l’obiettivo di conoscere le religioni presenti nella scuola.

Per approfondire:

Sul sito della scuola https://www.castiglioneuno.gov.it/intercultura potete trovare la sezione Intercultura con tutti i progetti interculturali summenzionati, il protocollo di accoglienza, una raccolta di materiali per l’italiano L2, la sezione degli eventi formativi, la modulistica e le prove in doppia lingua tradotte dagli studenti dell’istituto all’interno del progetto Tutor in lingua madre. Inoltre, nel PTOF dell’istituto, si trova il piano di lavoro della commissione per il triennio 2019-2022.

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Mihaela Coman: 28 Febbraio 2019 Dalle scuole

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola