Nessuno perde, nessuno vince

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [BK75NR85] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [WX3Z32EX] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [1JGB5U6G] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Un percorso annuale sul gioco cooperativo, a partire da libri e video. Ecco la buona pratica messa in vetrina da Elena Falaschi sul numero di febbraio della rivista.

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

Entra Non sei ancora registrato? Fallo ora!
GIOCHI ALTERNATIVI  (4)

Qualche volta nel gioco possono emergere conflitti tra i bambini: nel rispetto dei turni, nel “possesso” di un giocattolo, nella scelta dei compagni di gioco...  Rilevando alcune di queste difficoltà, Valeria Polo e Elisa Rizzato, due insegnanti della scuola dell’infanzia di Polverara (PD), hanno progettato un percorso annuale sperimentando con bambini di tutta la scuola il valore del gioco cooperativo.

Per cominciare, hanno cercato alcuni materiali di approfondimento sui giochi cooperativi, sia di tipo cartaceo, sia digitale (per esempio i video a cura di Antonio Di Pietro). Gli obiettivi (pienamente raggiunti!) erano quelli di aiutare i bambini a giocare con chiunque e non solo con l’amico, a partecipare ai giochi non per "vincere", ma, più semplicemente per giocare, insieme, come gruppo, senza antagonismo, poiché non c’era niente in palio se non il puro divertimento. “Nessuno perde, nessuno vince” questo è il messaggio che hanno interiorizzato i bambini giocando.

Proponendo con continuità giochi di tipo cooperativo le iniziali difficoltà sono state poco a poco superate, lasciando il posto all’entusiasmo, alla voglia di partecipare e di giocare in compagnia. Prima sono stati proposti giochi di contatto tra due o più bambini, poi è stata la volta di di gruppo dove l’obiettivo non era la vittoria ma la collaborazione. Contemporaneamente, in sezione, i bambini si sono impegnati in “giochi alternativi” con materiali naturali e di recupero.

Questo percorso ha fatto crescere nelle insegnanti, nei bambini e nelle famiglie la consapevolezza che giocando senza escludere, stando insieme e collaborando, si possono superare ostacoli, essere contenti, complici e conquistare qualcosa di straordinario. "Perché tutti insieme siamo più forti e insieme ci divertiamo di più!”, ha detto una bambina a conclusione del percorso. I compagni le hanno dato ragione.

 

Giochi antichi e tenerezze ludiche

 

 

 

Rivoluzione ludica: passato, presente e futuro

 

 

 

 

"Sport alternativi" per una cultura della pace

 

 

 

 

Nessuno vince, nessuno perde

 

 

 

Per saperne di più

Condividi

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola