L'arte, un'esperienza in continuità

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [3HEHB1US] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [BM1FYFSI] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [Z2ZQKUVV] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Un percorso ispirato all’opera di Van Gogh e che spazia tra gioco, narrazione, immagini, filosofia... Di Anna Lisa Di Giacinto

Van Gogh's flowers

La continuità tra i diversi ordini di scuola, un nodo cruciale. Il raccordo tra gli anni ponte, stringere il legaccio, il nodo, segnare il passaggio ed avanzare, con gradualità. Una volta a settimana vado in prima, svolgo un percorso di arte ispirato all’opera di Van Gogh. Cerco di dare concretezza a questa parola: Continuità. Non una continuità saltuaria ma assicurata per un tempo lungo… Viverla, la continuità. Sempre ci si pone il problema di preparare i bambini all’ingresso nella scuola primaria. È altrettanto importante, però, che la scuola che segue agisca nello spirito della precedente, operi scelte in sintonia con essa, mantenga quell’approccio di insegnamento interdisciplinare, dove nulla è separato.

Quante connessioni, legare i saperi attraverso l’arte

 Un quadro è un intreccio, danza di parti. Cosa sarebbe se visto nei suoi singoli elementi, isolatamente dal resto? Un quadro non è solo occhi, è udito, suoni da immaginare; sensazioni cinestetiche, nei dipinti di Van Gogh sembra veder muovere gli alberi; sensazioni tattili, olfattive; un quadro è un’esperienza multisensoriale, un mondo.

Sì l’arte un fine, con tutto ciò che i bambini imparano e devono imparare, ma anche un mezzo per favorire un approccio il più possibile ampio alla conoscenza. Quando facciamo arte è musica, corpo, parole, teatro, tutto in un’unica esperienza. Favorire l’espressione del bambino attraverso i vari linguaggi, ad ognuno quello più congeniale, ampliare lo spettro delle possibilità espressive. Quel che conta non è poi trovare la propria dimensione? Sapersi ascoltati.

  

I bambini lavorano sul contrasto tra i colori complementari: rosso e verde, blu e arancio, giallo e lilla.
Colori discordanti che contrapponendosi emergono con più vigore.

Giocare con l’arte, l’approccio ludico

 La sorpresa… Un gioco di tracce in aula, indovinare un quadro a partire da un indovinello, scoprirlo come un regalo. Mostrare solo un dettaglio, coprire un frammento, nascondere un quadro della collezione fissa e indovinare… Le strategie sono tante. Il tema che svolgo è Van Gogh’s Flowers. Prendiamo in analisi i diversi quadri con i Girasoli; Vaso con margherite e anemoni 1887; Vaso con oleandri e libri 1888; Vaso con Iris su fondo giallo 1890, Van Gogh lo dipinge quando è ricoverato nella clinica di Saint-Rémy (i fiori lo tranquillizzano, sono un balsamo per le sue ansie). Faccio leva sul senso dello stupore. Il piacere di guardare… “La meraviglia è il seme da cui nasce la conoscenza”(Bacone), essa ci spinge verso una più profonda penetrazione nei misteri dell’universo.

    

    

Vincent Van Gogh, "Quattro girasoli appassiti", 1887 

Un quadro, quante suggestioni

Fare filosofia attraverso l’arte, i bambini al centro, stimolare il pensiero. Partire da un’opera, stimolare la riflessione, il contrario di correre, fermarsi a pensare. Stimolare la ricerca, domandarsi e domandare. Fare ipotesi (“Le ipotesi sono come reti. Lancia la rete e prima o poi raccoglierai qualcosa”, Novalis), sostenere le ragioni delle proprie opinioni, verificare.

Un quadro è una narrazione

Raccontiamo storie a partire dai quadri: Nel paese dei girasoli di G. Mathie. Scegliamo due quadri, inventiamo una storia che li metta in relazione. Narriamo la storia contenuta nel quadro: se questa immagine fosse l’inizio di una storia? Aiutiamo i bambini evidenziando i temi compositivi dell’opera, raccogliamo le loro idee con il registratore, costruiamo un intreccio in alcune sequenze.

Un quadro è un’occasione per conoscere la poesia, memorizzare versi: “Portami il girasole impazzito di luce”… Chi è Eugenio Montale? A. Merini, La vergine: “Non avete veduto le farfalle / con che leggera grazia / sfiorano le corolle in primavera? Ad ogni quadro la sua musica: Sun Dance di E. Elgar in associazione a Girasoli https://youtu.be/oBljLLm6y4; Pixaim di M. Pereira per Farfalle e papaveri https://youtube/Z0aeskg48jU. Facciamo la scena con il corpo, il gioco motorio del fiore che sboccia.

Per tenere coese le attività ho adoperato il libro di A. Sanna, Mostra di pittura. Rappresentiamo le opere entro formati diversi, scegliendo di volta in volta quello più adatto. Entriamo in un museo immaginario, ognuno crea la sua galleria.

    

Vincent Van Gogh, “Farfalle e papaveri”, 1890 

Non si studia qualcosa, si studia il tutto partendo da qualcosa

“Questo filo d’erba mi porta a disegnare tutte le piante, poi le stagioni, i paesaggi più ampi, infine gli animali e la figura umana” (Vincent Van Gogh).

Ringrazio il maestro Maurizio Fuoco con il quale collaboro da anni per diffondere l’arte tra i bambini e per dare forza all’idea di continuità attraverso l’arte.

Per saperne di più

Dada Van Gogh, Artebambini, Brescia, 2004;

Crispino, Van Gogh, Giunti, Firenze, 2018;

Geis, Guarda che artista! Vincent Van Gogh, Franco Cosimo Panini, Modena, 2015;

Gardner, Educazione e sviluppo della mente. Intelligenze multiple e apprendimento, Erickson , Trento, 2005;

Sanna, Mostra di pittura, Edizioni Corraini, Verona, 2011

F.Walther, Van Gogh, Taschen, 2016

Zwikker, D. Willemstein, Capolavori del Museo Van Gogh, Trento 2002.

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Condividi

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola