Il feedback: una risorsa generativa per gli educatori

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [9MFQJ927] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [U9MI8GJM] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [FBANQS6Q] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Il feedback: una risorsa generativa per gli educatori

Aiuta ad avviare e mantenere rapporti sani e positivi, basati su collaborazione reciproca e stima. Di Sandra Giordano
feedback

«Il feedback è la colazione dei campioni» (Jack Nicholson)

Con il termine feedback in psicologia si indica l’effetto retroattivo di un messaggio o di un’azione su chi li ha effettuati, una comunicazione di ritorno e in definitiva un messaggio. La frase citata in apertura è riferita alla capacità di sapere accogliere quanto di bello e significativo e/o di frustrante e fastidioso ma presente nei nostri comportamenti viene sottolineato dall’altro, che in qualche modo ci sta valutando e mettendo in evidenza i nostri punti di forza e di debolezza per indicarci la via del consolidamento e/o del miglioramento. Fare in modo che il feedback non sia un giudizio senza appello e conceda a chi lo riceve una riflessione generativa sui propri comportamenti, per diventare “campioni” del cambiamento migliorativo, è una capacità indispensabile in alcune professioni, tra le quali quella dell’insegnante.

 

I requisiti di un buon feedback


Per dare un feedback che abbia queste caratteristiche è necessario intanto sapersi autovalutare, quindi saper accogliere i segnali provenienti dagli alunni o dai genitori per modificare, laddove opportuno, ciò che non funziona per comunicare in modo sereno ed efficace.

In seconda battuta, il feedback deve essere sempre circostanziato a un comportamento (per esempio un compito svolto in classe, un’interrogazione, un intervento in classe ecc.) e non deve mai riferirsi in alcun modo all’identità della persona, pena l’inefficacia o peggio la pesantezza del feedback dato.

Terzo requisito per un feedback ben dato è, nel caso esso esplori i punti di debolezza del comportamento della persona che lo riceve, fornire delle soluzioni adatte per quella persona, ciò limita l’ansia della frustrazione ed è generativo di nuovi comportamenti. Nel caso in cui il feedback, invece, esplori i punti di forza del comportamento della persona, allora anche qui è importante lodare un comportamento non in modo sperticato ma in modo adeguato a ciò che è stato fatto.

 

Considerare ogni allievo nella sua unicità


Rispetto alla classe non fare paragoni tra gli alunni ma considerare ogni allievo nella sua unicità per dare a ciascuno il feedback che meglio lo aiuti a sviluppare i propri talenti e a dare il meglio di sé. L’obiettivo dei feedback infatti non è né di colpire né di rendersi simpatici, ma diventare per gli allievi dei punti di riferimento affidabili, degli insegnanti da ascoltare, adulti sui quali si può contare. Avviare e mantenere rapporti sani e positivi è un effetto dei feedback dati in modo costruttivo, che sono basati su collaborazione reciproca e stima, requisiti indispensabili per creare anche con colleghi e genitori un clima di comprensione, fiducia, creatività e motivazione.

 

Per saperne di più


Zamuner D., Galli Bruno F. (2019), Feedback. La cultura del coraggio e della considerazione, Lastarìa Edizioni, Roma.

 

Sfoglia la rivista

Abbonati subito

 

 

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? A questo link scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola