Festa del papà? Con il cuore e senza il portafoglio

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [A5VUZIDE] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [V12G9ZET] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [AUJVGR5G] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => it
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Festa del papà? Con il cuore e senza il portafoglio

Troppo spesso assistiamo a una "commecializzazione" delle ricorrenze. Approfittiamo invece per fare una riflessione sui cambiamenti profondi delle realtà delle famiglie, prevedendo occasioni pensate per le loro esigenze. Di Anna Lia Galardini

Sappiamo bene come molte feste che attualmente il calendario ci propone nascano unicamente con l'intento di alimentare consumi. Questo vale anche per due occasioni che riguardano i bambini più piccoli e i loro affetti, la festa della mamma e la festa del babboPerciò dobbiamo stare in guardia e non farci prendere la mano, nel nido, come nella scuola dell'infanzia nell'accogliere senza cautele questi appuntamenti. 

Dobbiamo mettere in campo tutte le riflessioni che abbiamo fatto sui cambiamenti profondi della realtà delle famiglie dei bambini. Siamo di fronte ad una pluralità di situazioni che devono essere accolte, comprese e rispettate. Questo non significa non avere costante attenzione a tutte le figure familiari, mamme, babbi, nonni e tutti coloro che si prendono cura a casa di ogni bambino, immaginando occasioni per valorizzarle.

Per quanto riguarda in particolare i padri è certo necessario incoraggiarli nella partecipazione alla vita del nido e sollecitarli a conoscere l'esperienza dei loro bambini. È opportuno prevedere occasioni pensate proprio tenendo conto delle loro esigenze, legate all'organizzazione della famiglia e del lavoro, anche per valorizzare le risorse che possono mettere a disposizione del servizio.

Non è certo un “lavoretto” preparato in occasione della festa del babbo che può dare riconoscimento ad una figura così significativa nella vita dei bambini.

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola