Il senso di sé cognitivo

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [NK3RWK79] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [MRYR3A2A] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [L4NAHC3W] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Chiude la scuola... Ecco un ultimo suggerimento per aiutare  i ragazzi ad avvicinarsi alla matematica in modo leggero e... nutriente!

13.06_formichina

L’anno scolastico è ormai terminato.
In quest’ultimo post vorrei rivolgere un invito esplicito agli insegnanti: fate in modo di non frustrare mai la fiducia che ogni allievo deve avere nelle proprie capacità cognitive.

Pensare è una sfida. Bisogna sentirsi forti, sia per riuscire a capire, sia per accettare una sconfitta e riprovarci. Bisogna avere un buon senso di sé. È quello che troppo spesso manca ai ragazzi, frustrati da compiti inadeguati e talvolta inutili. Occorre far provare loro il piacere del comprendere, dello scoprire, del formulare ipotesi proprie. All’insegnante il compito di riuscirci, anche attraverso percorsi non convenzionali, che vanno dal gioco alla manipolazione concreta di oggetti, al sempre più difficile insegnamento individualizzato. E stiamo pur certi: il piacere di apprendere non resterà limitato alla sola matematica.

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola