Bocche di animali straordinari

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [VFJR9TZK] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [WQXZIPS3] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [AFGT1EIB] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Come mangiano gli animali del mondo? Il formichiere ha una superlingua, il piragna ha denti simili a coltelli, la locusta ha una bocca tritatutto. Esce per Kalandraka il primo titolo ("Bocche") di una nuova collana di divulgazione scientifica, "Animali straordinari". 

Bocche animali straordinari

Di Xulio Gutiérrez (testo) e Nicolás Fernández (illustrazioni), "Bocche" è il primo titolo di una collana di divulgazione scientifica per i bambini da 7 anni in su ideata dall'editore Kalandraka. Nel testo si raccontano i modi di mangiare di 12 diverse specie che si nutrono in modo singolare e che abitano ecosistemi diversi del Mondo: dall'Equatore ai Poli.

L'obiettivo è fornire spiegazioni semplici e corrette accompagnate da illustrazioni insieme belle e realistiche. Così, saltando di pagina in pagina, i bambini sono invitati a scoprire la superlingua del formichiere e la rete di bolle utilizzata dalle balene nella loro "caccia". Notevoli le tecniche predatorie del "vampiro" (un piccolo pipistrello delle dimensioni di un passero), l'abbraccio molto passionale che le stelle marine sono solite donare alle cozze, le quasi miracolose virtù del becco dell'ornitorinco. 

Per saperne di più

Nora Scalzi: 14 Settembre 2016 In libreria

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola