“Libri cult per insegnanti”: "Arte di ascoltare e mondi possibili. Come si esce dalle cornici di cui siamo parte"

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [U1J93Z7F] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [8LAAT6DE] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [YBUC3XSB] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

“Libri cult per insegnanti”: "Arte di ascoltare e mondi possibili. Come si esce dalle cornici di cui siamo parte"

Il testo di Marianella Sclavi ci aiuta a diventare capaci di ascoltare e comunicare nella odierna società multiculturale

arte di ascoltare mondi possibili

Libri cult per insegnanti”: cinque suggerimenti da parte della direttrice de La Vita Scolastica, Silvana Loiero, per passare un’estate attenta, formativa e ricca di spunti culturali oltre che professionali.

Si tratta di testi che hanno rappresentato, e continuano a rappresentare, un punto di riferimento fondamentale per chi insegna. Libri CULT per ogni insegnante, da consultare anche a distanza di tempo dalla loro pubblicazione.

Il secondo della rassegna è “Arte di ascoltare e mondi possibili. Come si esce dalle cornici di cui siamo parte” di Marianella Sclavi (Bruno Mondadori, 2003).

La presentazione di Silvana Loiero

È un libro di qualche anno fa, ma va rispolverato oggi, perché ci aiuta a diventare capaci di ascoltare e comunicare nella odierna società multiculturale; ci stimola a guardare la realtà da punti di vista diversi e a inoltrarci su sentieri che portano ad ammettere e coltivare visioni molteplici del mondo. E in questo modo possiamo diventare buoni “modelli” per i nostri allievi.

Un buon ascoltatore, dice l’autrice, è un esploratore di mondi possibili. Ciò che gli si presenta come trascurabile, fastidioso, marginale o irritante, perché collide con le proprie certezze, è in realtà il segnale più importante da cogliere. Un ascoltatore attivo cerca di “comprendere” quel che un altro dice, cerca di vedere le cose e gli eventi dalla prospettiva dell’altro. E non ha fretta di arrivare alle conclusioni. Perché se avesse fretta non riuscirebbe a capire le altrui intenzioni e potrebbe anche arrivare a giudizi affrettati. 

Sintesi (da Giuntialpunto.it)

Tutti noi, se la nostra vita non è completamente manicomiale, mettiamo in pratica esperienze di osservazione guidata dall'ascolto attivo. Lo scopo di questo libro è di renderci consapevoli di cosa facciamo quando ci riusciamo, in modo da permetterci di riflettere su queste dinamiche e darci la possibilità di metterle in atto sistematicamente e volontarimente ogniqualvolta lo riteniamo necessario.

Libri cult per insegnanti:

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

11 Luglio 2019 In libreria

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola