“Umano digitale”: dalla preistoria al coding con Alessandro Bogliolo

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [UZDTPIVT] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [DW5ZLHZT] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [GPP7G4MA] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

“Umano digitale”: dalla preistoria al coding con Alessandro Bogliolo

Una riflessione sul  "digitale" che scardina gli stereotipi e pone sotto una nuova luce il rapporto tra umanità e tecnologia, con ricadute profonde sulla scuola e sulla società

Bogliolo

Che cosa ha a che fare la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani con il digitale? Che differenza c'è fra lo smartphone, il quaderno o la lavagna? Di questo e molto altro parlerà Alessandro Bogliolo in sessione plenaria al convegno NOW! A scuola si può, nell'ìintervento Umano digitale:  “ ...è digitale (aggettivo) tutto ciò che può essere rappresentato come sequenza finita di segni presi da un alfabeto finito. E i segni possono essere lettere, suoni, cifre, o anche bit, naturalmente. Per questo posso affermare, senza timore di essere smentito, che l’era digitale è iniziata nella preistoria, con la capacità umana di rappresentazione simbolica, che consentì all’homo sapiens di sviluppare un linguaggio, di comunicare, di raccontare storie, di avere una storia (perché non ci sarebbe storia senza la capacità di narrarla) e persino di avere una cultura (perché non ci sarebbe cultura senza la capacità di trasmettere il sapere)...”. Alessandro Bogliolo propone una riflessione sul significato dell'aggettivo "digitale", che scardina gli stereotipi e pone sotto una nuova luce il rapporto tra umanità e tecnologia, con ricadute profonde sulla scuola e sulla società.

Alessandro Bogliolo incontra gli insegnanti al convegno NOW! A scuola si può (22-23 marzo 2019)

 

26 Febbraio 2019 News

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola