Un augurio di rinnovamento

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [UMEK55PL] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [44VEH11W] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [WVC1WN2K] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

A tutti auguriamo che la Pasqua aiuti a riprendere vigore, porti energie che consentano di dar vita a nuove progettualità, pensieri, idee. Di Silvana Loiero

mazzolino di fiori papaveri primavera

 

Il nome della Pasqua deriva dall’ ebraico pesah, cioè passar oltre. Ricorda la liberazione dalla schiavitù dell’Egitto con il passaggio del Mar Rosso. Per i cristiani è, come sappiamo, la più grande solennità dell’anno liturgico e celebra la resurrezione di Gesù Cristo.

Per tutti, credenti e non credenti, la Pasqua ha sapore del cioccolato, profumo di fiori e scenari colorati; in entrambi i casi la festività si identifica con l’idea di rinascita: l’uovo racchiude al suo interno una nuova vita, e la stagione primaverile, con il cui inizio la Pasqua coincide (la prima domenica dopo il plenilunio di primavera), è per eccellenza la stagione in cui la natura si rigenera.

È proprio un augurio di rinnovamento che rivolgiamo a tutti voi.

Facciamo gli auguri a chi legge la nostra rivista e ci segue sulla carta e a chi frequenta le nostre pagine web, ci manifesta l’interesse con un like o ci scrive per chiedere suggerimenti o darci consigli. Ma diciamo ugualmente Buona Pasqua a chi non ci conosce ancora bene ed è lettrice o lettore frettolosa/o.

A tutti auguriamo che la Pasqua aiuti a riprendere vigore, porti a livello personale ma anche sul piano dei legami sociali, energie che consentano di dar vita a nuove progettualità, pensieri, idee.

A tutti voi insegnanti che, nonostante gli sforzi e le routine quotidiane, e nonostante le sconfortanti notizie che coinvolgono quotidianamente la scuola, decidete di intraprendere nuovi cammini e continuate a prendervi cura “in grande” degli allievi, dedichiamo le parole dello scrittore Erri De Luca:

Allora sia Pasqua piena per voi che fabbricate passaggi dove ci sono muri e sbarramenti, per voi apertori di brecce, saltatori di ostacoli, corrieri a ogni costo, atleti della parola pace.”

 

A questo link potete leggere anche una preghiera laica di Erri De Luca.

Silvana Loiero: 18 Aprile 2019 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola