Leggere Pinocchio con Twitter

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [BCVI9PG5] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [R3CL2PGB] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [SB1KNIYM] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Accendere la passione dei giovani per la lettura, sfruttando Twitter. TwLetteratura propone agli studenti di rileggere Pinocchio: i ragazzi leggeranno il libro, capitolo per capitolo, e condivideranno analisi, riflessioni ed emozioni attraverso brevi “riscritture”.

Tw Pinocchio

Leggi, condividi

Che in Italia si leggano pochi libri è un fatto noto. Altrettanto note sono le difficoltà che molti bambini e ragazzi incontrano nella comprensione dei testi. Ipotizziamo una relazione fra i due fenomeni: meno i giovani leggono, meno appaiono capaci di compiere un lavoro di decodifica e interpretazione.

Le nuove tecnologie e i social possono aiutarci e aiutare i ragazzi a risolvere questi problemi? Parte da questa domanda la proposta dell’associazione Twitteratura, attiva dal 2012 e che dallo scorso anno invita gli studenti a leggere un libro, capitolo per capitolo, e a condividere con tutti gli altri partecipanti al gioco le proprie analisi, riflessioni ed emozioni attraverso “riscritture” del testo attraverso Twitter.

La lettura attraverso Twitter ovviamente non è sostitutiva di metodologie didattiche tradizionali, ma si affianca a esse. E lo scopo è sempre lo stesso: nutrire la passione dei giovani per la lettura. Dunque l’ambizione del progetto è duplice: da un lato vuole suscitare la passione per la lettura e la letteratura; dall’altro sperimentare una metodologia originale a supporto della comprensione dei testi.

Leggi, gioca

L’esperienza della twitteratura si regge su quattro principi: ludificazione, emergenza, condivisione e creatività.

  • Ludificazione (gamification) nel senso che gli esercizi proposti adottano elementi tipici dei giochi: vincoli da superare, obiettivi da raggiungere, premi da conquistare. Ovviamente il vincolo principale è rappresentato dal fatto che ciascuna riscrittura – parafrasi, analisi o riflessione che sia – non può superare la lunghezza di 140 caratteri fissata da Twitter. Tale circostanza è vissuta come un gioco, anche se di fatto impone un formidabile esercizio alla scrittura sintetica.
  • Emergenza perché l’utilizzo della Rete rende l’evoluzione del gioco non lineare né prevedibile. A leggere lo stesso libro, seguendo un calendario condiviso, sono migliaia di utenti. Ciascuno di essi fornisce il proprio contributo originale, sotto forma di “microscritture”. Nessuno può ipotizzare, in partenza, quanti saranno tali contributi e come si relazioneranno fra loro. La lettura dei Promessi Sposi, per esempio, svolta lo scorso anno, ha prodotto oltre 39 mila tweet in quasi quattro mesi.
  • Condivisione perché il gioco si fa insieme. L’esperienza di lettura, svolta dai ragazzi individualmente o a livello di classe, è poi condivisa con la comunità allargata di Twitter. E parte del valore aggiunto di questa esperienza deriva proprio dalla possibilità, per gli studenti, di confrontare ciò che si fa “dentro” la scuola con ciò che avviene “fuori”.
  • Creatività perché il metodo prevede che la conoscenza del testo passi attraverso la sua riscrittura. Per meglio dire: la riscrittura è a supporto della lettura, del lavoro di comprensione e interpretazione del testo originale.

Leggi, gioca e condividi con… Pinocchio

ll 10 novembre twletteratura inizia a giocare e far giocare con #TwPinocchio: il capolavoro di Carlo Collodi, dunque, verrà riletto attraverso l’uso di Twitter. Gli alunni della Scuola primaria avranno modo di cimentarsi in forma semplificata, lavorando solo su due o tre capitoli e utilizzando carta e penna invece di Twitter.

Per segnalare la partecipazione della propria scuola, o di una singola classe, è sufficiente inviare una email a info@twletteratura.org, specificando nome, ordine e grado della scuola, oltre alle proprie generalità.

Paolo Costa: 2 Novembre 2014 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola