L'identificazione precoce dei DSA a scuola

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [AX98PHTV] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [RHVNYGMX] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [SLUY9ESB] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

L'identificazione precoce dei DSA a scuola

Ogni strumento deve avere almeno quattro caratteristiche: la congruità dell’attività proposta nella prova, la semplicità, la velocità di esecuzione e l'affidabilità. Intervista a Giacomo Stella a cura di Paola Pasotto

giacomo stella e paola pasotto

La Legge 170/2010 e le Linee Guida attuative mettono la scuola nella condizione di giocare un ruolo centrale nell’identificazione precoce delle difficoltà.

Questa prospettiva ci impone una serie di domande su competenze, metodologie, strumenti nel momento in cui la stessa diventa patrimonio della scuola.

Per conoscerne meglio la problematica e capirne le implicazioni ne discutiamo con Giacomo Stella, ordinario di Psicologia Clinica al Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell’Università di Modena e Reggio Emilia, fondatore dell’AID e membro del Comitato tecnico scientifico per l’attuazione della Legge 170, che è stato intervistato da Paola Pasotto, Direttore di Giunti EDU.

Quali sono, in base alla sua esperienza nel settore clinico e scolastico, le caratteristiche essenziali degli strumenti per l’identificazione precoce dei DSA?

Ogni strumento per l’identificazione precoce deve avere almeno quattro caratteristiche:

1) La congruità dell’attività proposta nella prova, con le caratteristiche della funzione che deve esaminare.

2) La semplicità di esecuzione, per contenere il rischio di commettere errori, soprattutto se le prove debbono essere ripetute più volte.

3) La velocità di esecuzione. Questo è essenzialmente un principio di economicità che ha anche un valore di replicabilità. Se un processo di identificazione richiede un tempo troppo lungo o procedure di attribuzione del punteggio troppo laboriose, la probabilità che venga replicato si riduce sensibilmente.

4) L’affidabilità. Di solito è garantita da studi ripetuti su popolazioni utilizzando diversi strumenti e metodologie di elaborazione statistica. La prova deve identificare effettivamente i bambini a rischio distinguendoli da quelli che non hanno difficoltà. Un discorso diverso può essere fatto per la predittività, cioè per la capacità di uno strumento di identificazione di prevedere la comparsa delle difficoltà in un’epoca successiva. Questa qualità non sempre può essere presente nelle prove per l’età evolutiva, in quanto nelle diverse fasi dello sviluppo le funzioni hanno traiettorie e stabilità che possono variare molto. 

"Uno spettacolo di formazione"

Giacomo Stella e Paola Pasotto saranno ospiti di “Uno spettacolo di formazione” promosso da Giunti Scuola e in programma il 28 gennaio a Bergamo, il 18 febbraio a Perugia e l'11 marzo a Pisa.  Il tema è "Diversi modi di apprendere e diversi modi di insegnare". Clicca sui collegamenti per avere maggiori informazioni. 

In occasione degli incontri di formazione sarà fornita ai presenti una dispensa con all’interno la versione integrale di questo articolo.

 

► Scegli gli incontri formativi che ti interessano nelle 9 città e iscriviti subito a questo link

► Prezzo speciale con abbonamento a La Vita Scolastica

Prezzo fedeltà per chi ha già partecipato lo scorso anno, per gli abbonati alle riviste e per gli adottatari Giunti Scuola

 
 

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola