Piccola radio, grandi letture

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [EG6ISQR1] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [Z26G3UZI] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [KJ2WPFYF] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

"Piccola radio": un percorso sonoro di Radio Tre dedicato alla lettura per l’infanzia.

Pinocchio: dal sito di "Piccola Radio"

“Piccola radio”, il percorso sonoro “per bambini, le bambine e i loro adulti” pensato da Radio Tre, è oramai giunto alla diciottesima puntata.

Come ci spiegano dalla redazione, "in ogni puntata si vuole dare ai bambini la possibilità di entrare nella magia di una fiaba. Da quelle più conosciute e tradizionali fino alle fiabe di culture più lontane. Seguono i consigli di lettura raccontati da un bibliotecario specializzato in editoria per ragazzi. Inoltre ogni settimana si attinge al ricco patrimonio dell’archivio Rai per far conoscere ai bambini e agli adulti i tanti programmi che nel passato la Rai ha prodotto per i più piccoli e che non sembrano sentire il passare del tempo". 

Inutile dire che finora se ne sono viste delle belle: da uno zoom sulle fiabe russe allo speciale su Pinocchio che da qualche giorno è possibile ascoltare collegandosi al sito www.radio3.rai.it. Ma facciamo un piccolo passo indietro e spieghiamo meglio di che si tratta. Nata a dicembre, "Piccola radio" non è tanto un programma quanto una possibilità e un invito all'ascolto, nei tempi e nei modi che adulti e bambini vorranno scegliere. 

Si tratta infatti, ci dicono ancora dalla redazione, di "un pacchetto destinato solo al web: non abbiamo restrizioni di nessun tipo, né di orari né di durata. Le puntate sono sempre scaricabili e riascoltabili. Dunque possiamo concentrare tutta l’attenzione sulle 'voci' che raccontano le storie, cosa fondamentale trattandosi di radio. Le voci sono scelte per la loro originalità, assecondando anche l’emozione trasmessa da vecchi programmi o dalla recitazione di grandi attori che raccontano una fiaba. Si possono anche sentire le voci di bambini, come, per esempio, in TANTE STORIE PER GIOCARE, programma in cui Gianni Rodari, insieme ai suoi giovanissimi collaboratori, inventa una storia dai vari finali".

Marino Sinibaldi (direttore di Radio Tre) ha spiegato che il format di "Piccola radio" è il frutto sia delle richieste degli ascoltatori dell’emittente – che chiedevano materiali da ascoltare per i più piccoli –, sia del grido d’allarme lanciato dal rapporto Atlante dell'infanzia di Save the Children (dove “si ricorda l’esistenza in Italia, specialmente al Sud, di un numero rilevante di ‘disconnessi culturali’, cioè bambini e adolescenti che nell'ultimo anno non sono mai andati al cinema, né aperto un libro, né un pc, né internet”). Anche per questi motivi, dunque, la scelta è stata di non mandare “in onda” il programma a un’ora precisa, ma di rendere semplicemente disponibile nel sito il materiale, in modo che ciascuno (ciascun bambino, soprattutto) potesse ascoltare nei modi e nei tempi preferiti, e prender confidenza con nuovi strumenti.

I risultati non si sono fatti attendere. Dalla redazione, sappiamo che "c’è stata una puntata in particolare che ha avuto grande successo ed è stata molto scaricata: quella dedicata alla paura e dove il pezzo forte in tutti i sensi era Buchettino, geniale rappresentazione della Socìetas Raffaello Sanzio, tratta dal Pollicino di Perrault e mandata in onda dal programma di Radio Tre e Radio Tresuite. Molto successo hanno avuto anche le puntate in cui Vittorio Sermonti racconta Capuccetto Rosso e Vittorio De Sica racconta Il pesciolino d’oro".

Uno strumento prezioso anche per gli insegnanti, dunque, questa "Piccola radio" che - a darci conferma ancora la redazione -  "potrebbe essere introdotta in classe e in sezione, e fatta sentire ai bambini come punto di partenza, facendola diventare uno stimolo per ulteriori percorsi della fantasia dei bambini".

Per saperne di più

24 Aprile 2013 Cultura e pedagogia

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola