Intervista a Mario Lodi

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [26IM2MUZ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [VC4GYX2B] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [U55A9AJM] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Festeggiamo insieme il compleanno di Mario Lodi. Ecco per voi una videointervista esclusiva.

Mario Lodi

Il 3 febbraio 2011, Carla Ida Salviati, direttore di "La Vita Scolastica", "Scuola dell'infanzia", "Sesamo" ha incontrato Mario Lodi a Drizzona.

L'ha intervistato sulla scuola d'un tempo e su come, ancora oggi, in un clima di grande precarietà e, alle volte, di sconforto, un maestro può davvero “ascoltare” i bambini, farli esprimere (attraverso il disegno, la pittura, la musica, la discussione regolata, la scrittura collettiva), scoprirli ogni giorno nuovi e sorprendenti.

Il dialogo ha preso avvio dalle vicende raccontate in C’è speranza se questo accade al Vho: un libro del 1963 di cui Giunti ha pubblicato una nuova edizione e versione nel 2011, col titolo Mario Lodi maestro.

Sono pagine che ancora ci riguardano, come testimonia forte e chiaro l'ultima parte dell'intervista, dove si parla di valutazione, voti, punizioni, nuovi cittadini italiani, motivazione del bambino e dell'insegnante.

 

 

Scrivi il tuo biglietto d'auguri a Mario Lodi! 

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola

  • avatar

    adelorenzo

    15:26, 15 Febbraio 2014
    Caro maestro,
    le faccio gli auguri per il suo compleanno inviandole una lettera dei miei alunni, mi sembra il modo più adatto per esprimerle  la  mia gratitudine come insegnante e come lettrice.
    Altamura, 13 febbraio 2014  Caro Mario Lodi, ti scriviamo questa lettera per farti gli auguri per il tuo novantaduesimo compleanno. Novantadue anni sono tantissimi,  ma noi vorremmo che tu vivessi per sempre, così ci potrai scrivere tanti altri bellissimi libri,  o che vivessi almeno come nonna Mariuccia, la bisnonna di Vanni, che ha 104 anni e che è venuta anche a trovarci a scuola.  Noi ragazzi della terza F ti abbiamo conosciuto perché stiamo facendo un progetto con dei compagni spagnoli e dovevamo spiegare a loro la tua vita, come scrivi e quali sono tutti i tuoi libri. Abbiamo fatto delle ricerche su di te e quindi abbiamo scoperto molte cose. Veramente in prima la maestra ci aveva letto Cipì e ci è piaciuto tantissimo. Quest’anno abbiamo letto anche La mongolfiera, Gesù oggi, Il drago del Vulcano, Il cielo che si muove, Il permesso, Bandiera. Sai una cosa curiosa? La mamma di Cipì si chiama Mamì e ad Altamura mamì , nel dialetto di tanto tempo fa, significa nonna. Ci è piaciuto così tanto il tuo modo di scrivere i libri con i tuoi alunni che abbiamo provato anche noi a scrivere dei racconti, come facevi tu.  Ti vorremmo far leggere l’ultimo che è il più avvincente e il più lungo e si intitola "Un albero per amico" e te lo mandiamo come regalo per il tuo compleanno. Ci piacerebbe sapere che cosa ne pensi perché alcuni di noi  da grandi vorrebbero fare  gli scrittori e le scrittrici come te. Sarebbe bello incontrarti come abbiamo incontrato nonna Mariuccia, che è la bisnonna di Vanni. Grazie a te e ai tuoi alunni per aver scritto tutti questi libri e aver reso la scuola più bella e grazie anche  per aver insegnato con i tuoi libri alla nostra maestra ad ascoltare le idee degli alunni. Buon compleanno   dagli alunni della classe terza F Scuola “San Francesco d’Assisi” Altamura (BA)